Micron presenta la prima MicroSD al mondo da 1,5 TB

Micron Technology ha annunciato l’estensione del proprio portfolio di prodotti integrati e delle partnership di ecosistema, per offrire nuove soluzioni ottimizzate per le complesse richieste di memoria e archiviazione dell’intelligent edge.

L’azienda rilasciato infatti la prima scheda microSD più capiente del mondo, la i400, che offre una densità senza precedenti con 1,5 terabyte (TB). Questa scheda è progettata per la sicurezza video di livello industriale e può contare sulla prima NAND 3D a 176 strati del mondo, anch’essa lanciata da Micron.

La prima microSD da 1,5 TB

Con la crescente domanda di sicurezza video in tempo reale, si prevede che il mercato dei
protocolli Internet per la videosorveglianza e la videosorveglianza come servizio (video security-as-a-service, VSaaS) varrà 83 miliardi di dollari nel 2030.

Nel suo comunicato stampa Micron specifica che la densità sostanziale di 1,5 TB può archiviare fino a quattro mesi o 120 giorni di videosorveglianza localmente, dando agli utenti la possibilità di ottimizzare quali devono essere archiviati nel cloud.

La grande capacità elimina il bisogno costante di caricare i dati sul cloud per
una archiviazione di base, processo che sperpera la larghezza di banda della rete e le spese
operative. 3 Le piccole attività che cercano di ridurre le spese eccessive della larghezza di banda o dei siti remoti, come la connettività ridotta sulle navi cargo o sulle piattaforme petrolifere, possono invece caricare i dati sul cloud come backup e contare al contempo tutti i giorni sull’archiviazione i400 nell’edge. Avere l’archiviazione principale nell’edge consente di fare analisi con IA in tempo reale e di prendere decisioni più rapidamente tramite le telecamere smart.

La i400 presenta le seguenti funzionalità:

  • Cinque anni di registrazioni di alta qualità continue, 24/7
  • Capacità di gestire contemporaneamente la registrazione video 4K e fino a otto eventi AI
    al secondo, come il rilevamento e la classificazione di oggetti come targa o riconoscimento facciale
  • Due milioni di ore per il tempo medio di guasto

Ultimi pubblicati

Articoli di Interessa