Huawei stima 100 milioni di device con HarmonyOS entro il 2021

Huawei stima 100 milioni di device con HarmonyOS entro il 2021

L’anno si avvia alla conclusione, ma intanto per Huawei il mese di dicembre è stato piuttosto significativo grazie all’arrivo di HarmonyOS 2.0 su smartphone.

Il sistema operativo di Huawei è attualmente già in fase di testing su una cerchia ristrettissima di device in Cina, ma nel 2021 l’azienda intende iniziarne la diffusione su scala globale.

Il primo device a riceverlo potrebbe essere già Huawei P50, ma in occasione del Developer Day, il vice presidente Yang Haisong ha discusso di HarmonyOS 2.0 e del responso positivo ricevuto dalle adesioni degli sviluppatori, confermando che l’azienda intende raggiungere i 100 milioni di device nel corso del 2021, con più di 40 brand che decideranno di adottare l’OS di Huawei. Tra i primi brand ad aver aderito al momento troviamo WPS, Bilibili, Ctrip e iFLYTEK.

Sappiamo già che oltre agli smartphone, l’obiettivo dell’azienda comprende anche gli indossabili e sistemi smart.

La nuova interfaccia 2.0 di HarmonyOS è stata pensata per più dispositivi, non solo gli smartphone. Stando ai primi dettagli l’interfaccia utente si rifà molto a quella della EMUI 11 ma il design potrebbe cambiare con i prossimi aggiornamenti.

L’interfaccia attualmente è in uno stato ancora embrionale per smartphone, ma Huawei sta lavorando attivamente per rendere l’interfaccia fluida.

Ben più importante però è la compatibilità: HarmonyOS 2.0 supporta infatti anche le applicazioni native per Android, oltre a quelle proprietarie sviluppate per il nuovo OS da Huawei. L’obiettivo è quindi quello di offrire una compatibilità totale per garantire un passaggio morbido tra i due sistemi operativi. Huawei dal canto suo al momento non ha ancora voluto confermare o meno se il suo HarmonyOS soppianterà definitivamente Android, ma l’azienda che si stia chiaramente muovendo con l’obiettivo di essere indipendente e aggirare il ban emesso degli Stati Uniti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.