Canon EOS 5D Mark IV: recensione e caratteristiche tecniche

Canon EOS 5D Mark IV: recensione e caratteristiche tecniche

La serie di fotocamere 5D prodotta da Canon ha potuto contare su diversi dispositivi usciti nel corso degli anni. E ogni tappa ha aggiunto qualcosa di nuovo, dall’introduzione della fotografia full-frame fino alla registrazione di video in Full HD, passando per un sistema AF sempre migliore.

In sintesi, la Canon EOS 5D Mark IV (MK IV) rappresenta la summa di questi progressi, e dunque non deve stupire il fatto che si ponga come una delle migliori reflex digitali attualmente sul mercato. Fra l’altro è anche facile da trovare sul web, dato che rivenditori autorizzati Canon come Fc Web Store espongono sulle proprie vetrine digitali anche questa interessantissima macchina fotografica. Vediamo dunque di scoprire le varie sfaccettature della Canon 5D Mark IV: una DSLR perfetta sia per gli appassionati che per i professionisti.

Caratteristiche tecniche

La macchina fotografica Canon EOS 5D Mark IV è un prodotto di fascia alta, con svariate specifiche tecniche di grande spessore. Si parla ad esempio del sensore CMOS full-frame completamente rinnovato, ma anche dello schermo touch da 3,2 pollici e i suoi 1.620.000 punti. Può anche acquisire video in 4K. Conviene studiare ogni singola specifica tecnica nell’elenco a seguire:

  • Sensore: CMOS full-frame da 30,4 megapixel
  • Supporto per obiettivo: Canon EF
  • Schermo: touchscreen da 3,2 pollici con 1.620.000 punti
  • Scatto a raffica: 7 fps
  • Messa a fuoco automatica: AF a 61 punti
  • Video: DCI 4K
  • Connettività: Wi-Fi
  • Durata della batteria: 900 colpi
  • Peso: 840 g

La Canon EOS 5D MK IV impiega una tecnologia di sensori di ultima generazione, ed è capace di fornire una qualità molto elevata a livello di immagini, grazie alla tecnologia Dual Pixel Raw: quest’ultima offre ai fotografi la possibilità di ottenere la massima nitidezza. La sensibilità nativa va da ISO 100-32.000 fino ad un massimo di 50-102.400: per quanto si tratti di un livello impressionante, in realtà la gamma estesa risulta identica al precedente modello (la EOS 5D Mark III). Di contro, Canon ha migliorato l’algoritmo di elaborazione del rumore, offrendo risultati migliori a sensibilità superiori. Il sistema AF va da -3 EV a -4 EV in modalità Live View.

A livello di processore, la macchina 5D MK IV a marchio Canon monta un DIGIC 6 e un DIGIC 6+: l’utilizzo combinato dei due permette di raggiungere prestazioni molto elevate. Da aggiungere che la messa a fuoco non è un problema, anche in condizioni di scarsa luce ambientale. Inoltre, i 61 punti AF (di cui 21 a croce), insieme ad un’apertura massima di f/8, rendono questa fotocamera un’ottima opzione anche per chi fotografa sport e natura. La EOS 5D Mark IV della Canon eredita poi la tecnologia Dual Pixel AF, consentendo un’acquisizione più rapida rispetto alla Mark III.

L’ampio display da 3,2 pollici vanta un’impressionante gamma di 1.620.000 punti, includendo anche la funzionalità touch (sempre attiva). Canon ha usato la stessa batteria della Mark III anche sulla IV, ed è stata una scelta conservativa: chi vuole passare dalla III al modello successivo, o utilizzarli entrambi, non dovrà dotarsi di due set di batterie e caricabatteria. Infine, da sottolineare che questa macchina fotografica dispone di porte per il microfono e le cuffie esterne, insieme ad un’uscita HDMI Mini e alle porte USB 3.0. include anche due slot per schede SD e CompactFlash, offrendo una connettività WiFi e NFC. Da non dimenticare poi la presenza del GPS integrato, altra chicca della Canon EOS 5D Mark IV.

Prestazioni e altre informazioni

A livello di video, la 5D Mark IV permette l’acquisizione di filmati DCI 4K con una risoluzione da 4096 x 2160 pixel, a 30-25-24 fps. Fra le altre cose, gli appassionati di video saranno contenti di sapere che la Canon EOS 5D Mark IV è in grado di sviluppare un effetto slow-motion a dir poco impressionante.

Se si entra nello specifico delle prestazioni, l’asticella si alza parecchio. Questa fotocamera, infatti, possiede un sistema di misurazione RGB+IR con Intelligent Scene Analysis. A livello di risultati, l’esposizione risulta sempre ben bilanciata. Inoltre non si riscontrano problemi con il sistema di bilanciamento del bianco della Canon EOS 5D Mark IV: la fotocamera dà la possibilità di scegliere tra diverse impostazioni (Auto, Ambience e White), ognuna delle quali svolge alla grande il proprio dovere.

Come ci si aspetterebbe da una reflex digitale di fascia alta, il mirino di questa Canon è ampio e luminoso, e offre una copertura del 100%. In secondo luogo, ottiene tutti i vantaggi della tecnologia Canon Intelligent Viewfinder II, che alza ulteriormente le capacità di questa macchina fotografica.

Passando al display, grazie alla risoluzione citata poco più sopra, dà l’impressione di essere uno degli schermi più nitidi in circolazione. Inoltre, rende molto più agile la modalità live view, cosa che aggiunge un ulteriore punto a favore di questo dispositivo. Il tutto senza dimenticarsi dell’importanza del touch screen, un’altra aggiunta che risulta essere molto apprezzabile: il menu è davvero agile e facile da navigare, e in genere il touch velocizza tutte le operazioni su schermo.

La velocità di scatto a 7 fps è rispettabile, anche se la Canon poteva fare qualcosa di più: magari raggiungere gli 8 fps, considerando una base di partenza a 6 fps per la Mark III. E la batteria? Come detto in precedenza, è la medesima e può raggiungere all’incirca 900 scatti.

Il verdetto finale

Anche se la Canon EOS 5D Mark IV potrebbe a prima vista sembrare una copia della Mark III, meglio non farsi ingannare dalle apparenze. A livello ingegneristico è decisamente più performante rispetto al modello precedente, considerando che ogni elemento della fotocamera è stato migliorato o ottimizzato. Basti pensare al sensore full-frame da 30,4 MP, con un importante salto in avanti rispetto a quello da 22,3 MP del modello precedente.

Migliorano anche la gestione del rumore e le prestazioni sulla gamma dinamica, dunque si parla di motivi più che validi per spingere chi possiede già la Mark III all’aggiornamento alla Canon Mark IV. Se anche tu deciderai di eseguire l’update, otterrai una macchina fotografica che non ti farà avere rimpianti.

Commenti Facebook