Android Beta Experience, ecco come Motorola migliorerà il software dei suoi smartphone

Android Beta Experience, ecco come Motorola migliorerà il software dei suoi smartphone

Contestualmente all’ufficializzazione della nuova gamma Moto G6 andata in scena ieri in Brasile, Motorola ha svelato in anteprima quelle che saranno le prossime strategie software improntate su un miglioramento del supporto degli smartphone in commercio. Il vicepresidente della compagnia alata, Dan Dery, ha infatti annunciato i piani propedeutici ad un imminente approdo del programma Android Beta Experience.

Mancano ancora alcuni dettagli importanti in merito, ma per dare concretezza al discorso possiamo abbozzare un breve ma decisivo paragone con quanto attualmente proposto da alcuni produttori concorrenti. In buona sostanza, Motorola riproporrà ciò che OnePlus ha inaugurato sin dai tempi del lancio del fortunato OnePlus 3, ossia la OxygenOS Open Beta, improntata su una apertura alla community e sull’annessa possibilità di testare in anteprima – per tutti gli utenti che aderiranno al programma – nuove funzioni, implementazioni e future versioni del sistema operativo Android, con l’obiettivo evidentissimo di raccogliere feedback e correggere eventuali bug.

Android Beta Experience farà sostanzialmente la medesima cosa. I possessori di smartphone Motorola saranno infatti in grado di accedere ad una sorta di servizio parallelo che permetterà loro di sperimentare funzionalità (e verosimilmente anche nuove major release, benché non confermato espressamente dalla compagnia alata) in anteprima, nel tentativo di scovare problematiche e affinare il software che sarà poi distribuito in versione stabile e generalizzata.

Non sappiamo quali saranno i dispositivi compatibili con il programma Android Beta Experience, ma quel che appare certo è che la nuova mossa ufficializzata da Motorola ha come obiettivo di migliorare il supporto software degli smartphone commercializzati. Nonostante la presenza di Android stock – seppure personalizzato con alcune interessanti implementazioni – Motorola si è infatti dimostrata relativamente lenta nell’aggiornamento dei propri dispositivi, ed è ad una tale lacuna che la società vuole rispondere.

Motorola non ha ancora dichiarato quando Android Beta Experiences sarà disponibile per gli utenti di tutto il mondo, ma considerando che la società è pronta ad annunciare il suo prossimo dispositivo di punta in estate, è plausibile auspicare il debutto del programma accanto allo smartphone.

FONTE: PhoneArena