Android 14 non permetterà l’installazione di app obsolete

Per contribuire a ridurre il potenziale di malware, Android 14 inizierà a bloccare completamente l’installazione di app destinate a versioni obsolete di Android.

Ormai da anni, le linee guida per il Google Play Store si assicurano che gli sviluppatori Android mantengano aggiornate le loro app per utilizzare le ultime funzionalità e misure di sicurezza della piattaforma Android. Proprio questo mese, le linee guida sono state aggiornate, richiedendo che le app del Play Store appena elencate abbiano come target almeno Android 12.

Fino a questo punto, questi requisiti minimi del livello API si applicavano solo alle app destinate al Google Play Store. Se uno sviluppatore desidera creare un’app per una versione precedente, può farlo e chiedere semplicemente ai propri utenti di caricare manualmente il file APK. Allo stesso modo, se un’app Android non è stata aggiornata dopo la modifica delle linee guida, il Play Store continuerà a fornire l’app a coloro che l’hanno già installata una volta .

Secondo una modifica del codice appena pubblicata, Android 14 sarà impostato per rendere i requisiti API più severi, bloccando completamente l’installazione di app obsolete. Questa modifica impedirebbe agli utenti di eseguire il sideload di specifici file APK e impedirebbe anche agli app store di terze parti di installare quelle stesse app.

Inizialmente, i dispositivi Android 14 bloccheranno solo le app destinate a versioni Android particolarmente vecchie. Nel corso del tempo, tuttavia, il piano è quello di aumentare la soglia ad Android 6.0 (Marshmallow), e parrebbe che Google disponga di un meccanismo per “aumentare progressivamente” la soglia. Detto questo, spetterà probabilmente a ciascun produttore di dispositivi decidere la soglia per le app obsolete o se abilitarla del tutto.

Bloccando queste app obsolete, Google intende frenare la diffusione di app malware su Android. Lo sviluppatore responsabile della modifica rileva che alcune app malware hanno intenzionalmente preso di mira le versioni precedenti di Android per aggirare determinate protezioni applicate solo alle app più recenti.

Detto questo, se per qualsiasi motivo si desidera o è necessario installare un’applicazione obsoleta, sarà comunque possibile tramite una shell dei comandi, utilizzando un nuovo flag. Dati i passaggi aggiuntivi richiesti, è meno probabile che qualcuno lo faccia per errore e installi inavvertitamente malware.

Fonte

Ultimi pubblicati

Articoli di Interessa