Android 13: si aggiornano i requisiti minimi per i GMS

I dispositivi Android economici con meno di 2 GB di RAM e 16 GB di spazio di archiviazione potrebbero presto diventare un ricordo del passato.

Con Android 13, Google ha aggiornato i requisiti hardware minimi che i dispositivi devono soddisfare per raggruppare i Google Mobile Services (GMS). L’azienda ora richiede agli OEM di offrire almeno 2 GB di RAM e 16 GB di spazio di archiviazione se desiderano di proporre i iGMS su un dispositivo con Android 13 o versioni successive.

Secondo l’esperto di Android Enterprise Jason Bayton (tramite Mishaal Rahman), gli OEM non possono più precaricare GMS sui nuovi dispositivi con meno di 2 GB di RAM. Google richiede inoltre che tutti i nuovi dispositivi Android Go dispongano di almeno 16 GB di spazio di archiviazione. Inoltre, i dispositivi esistenti che non soddisfano questi requisiti non riceveranno l’aggiornamento di Android 13.

Questa non è la prima volta che Google impedisce agli OEM di precaricare GMS su dispositivi con poca RAM. Dopo il lancio di Android 11 nel 2020, la società ha annunciato che i dispositivi con meno di 512 MB di RAM non sarebbero stati più idonei per il precaricamento GMS.

Gli OEM potranno ancora raggruppare i servizi Google su dispositivi Android 12 con meno di 2 GB di RAM. Poiché i device Android economici in genere non vengono lanciati sul mercato con l’ultima versione di Android, quindi potrebbe passare del tempo prima che gli OEM smettano di proporre dei dispositivi che non soddisfano questi requisiti.

Ultimi pubblicati

Articoli di Interessa