Xiaomi Redmi Note 5, la TENAA conferma display in 18:9

Xiaomi Redmi Note 5, la TENAA conferma display in 18:9

Xiaomi Redmi Note 5 è ad un tiro di schioppo dal lancio ufficiale. Che a detta delle indiscrezioni dell’ultima ora coinciderà addirittura con la giornata del primo novembre. Pochi giorni ancora dunque prima del debutto del nuovo smartphone Android di fascia media, che soltanto ieri ha fatto il suo capolino all’interno dei database dell’ente governativo cinese TENAA. Un passaggio evidentemente propedeutico in vista della presentazione ufficiale.

Xiaomi Redmi Note 5 avrà all’attivo diversi punti a favore, ed il primo andrà ricercato nel display. Lo smartphone Xiaomi sarà infatti impreziosito da un pannello con aspetto in 18:9, una rarità per ciò che concerne il segmento di fascia media. Una mossa che andrà a riverberarsi in altri frangenti, ad incominciare dalle cornici ridotte (ma comunque ben visibili e non mascherate, al contrario dei principali top di gamma del 2017) e da una pulizia del frontale. La parte posteriore, come ormai prassi di una apprezzata gamma reiteratasi negli anni, è contornata dal medesimo design di Redmi Note 4, con lettore di impronte digitale circolare posto immediatamente sotto al sensore fotografico di tipo singolo e sporgente rispetto al resto della scocca.

Xiaomi Redmi Note 5 metterà in mostra un telaio realizzato in metallo e con inserti in plastica per ciò che riguarda le bande di antenna e, come precisato in queste ore dalla TENAA, arriverà sul mercato insieme alla versione Plus. Ambedue i modelli saranno impreziositi da un pannello in 18:9, riservando le diversità alla scheda tecnica: uno sarà dotato di Snapdragon 450, mentre l’altro del più prestante Snapdragon 630. Da valutare il resto delle componentistiche (in primo luogo batteria, che si preannuncia comunque importante come da tradizione, ma anche fotocamere e quantitativo di memoria RAM), sperando che Xiaomi porti il connettore USB type-C anche sulla gamma Redmi.