Xiaomi copia Apple in peggio: niente caricabatterie nella confezione di Mi 11

Il CEO di Xiaomi, Lei Jun, ha affermato con un post su Weibo (noto social cinese) che il nuovo Xiaomi Mi 11 non avrà in dotazione il caricabatterie, dunque lo scatolo ne sarà sprovvisto. A quanto pare l’idea è sorta “spontanea” guardando ad Apple, e prendendo dunque spunto dall’azienda multinazionale statunitense che già da diverso tempo offre i propri smartphone sprovvisti di un caricabatterie, come per esempio per l’iPhone 12 series.

 

Traduzione: Mi 11, impacchettato in modo leggero.
In risposta alla chiamata della tecnologia ed alla protezione ambientale, il caricabatterie incluso è stato eliminato dalla scatola. Ci auguriamo il vostro supporto. C’è una migliore soluzione tra l’industria e la protezione ambientale? Lunedì sera, alla conferenza Xiaomi Mi 11, ne parleremo.

Il CEO ha anche sottolineato che molte persone potrebbero essere contrariate da tale politica, ed è per questo motivo che si è deciso di adottare un’escamotage particolare. Dopo la rassegna stampa dello scorso lunedì, Xiaomi ha chiarito con una mail ad Android Authority di avere ancora un asso nella manica. Dopo tutto il caos mediatico scaturito dal primo annuncio, ovvero quello sulla rimozione ufficiale del caricabatterie in ogni scatola, Xiaomi ha risposto con chiarezza:

Per quanto riguarda la rimozione del caricabatterie dalla scatola, l’a0nnuncio seguente è per il mercato Mainland China. Xiaomi offrirà ben due versioni, una con il solo smartphone, un’altra con lo smartphone e un caricabatterie da 55W GaN offerto sotto forma di bundle, entrami allo stesso prezzo.

La manovra è stata adottata per placare i bollenti spiriti del mercato cinese, e dunque la fedelissima utenza che ne fruisce in particolar modo. Questo suggerisce che i piani per la versione globale sono molto differenti. Non si sa se tale opzione sarà dunque disponibile in tutto il mondo, ma sicuramente offrire due versioni dello stesso telefono ma con il caricabatterie incluso allo stesso prezzo è una mossa decisamente consumer friendly.
L’idea di abbandonare il caricabatterie e di non renderlo più incluso nella scatola è sicuramente una moda iniziata da Apple, e probabilmente c’è da aspettarsi la stessa sorte anche per l’azienda sudcoreana: Samsung, secondo alcune indiscrezioni, potrebbe abbandonare il caricabatterie in scatola già a partire dalla serie Samsung Galaxy S21: si tratta di un trend in rapida crescita, mascherato quasi sempre da preoccupazioni sull’impatto ambientale.

Xiaomi aveva pensato di iniziare questa sua nuova politica già con i Mi 10T Pro. Tuttavia, il 26 Dicembre ha chiarito finalmente la posizione aziendale definitiva tramite Weibo. Il tutto per celebrare il suo rinnovato packaging “leggero e sottile”. Qui di seguito il post ufficiale:

Traduzione: Xiaomi Mi 11 è finalmente stato presentato e disponibile con un nuovo packaging, leggero e sottile. Abbiamo infatti preso un’importante decisione: con lo Xiaomi Mi 11 il caricabatterie incluso viene eliminato, per rispondere alla call tecnologica e alla protezione dell’ambiente. Oggi, chiunque possiede un caricabatterie extra, ed è questo il peso che ci trasciniamo nei confronti dell’ambiente. Siamo consapevoli che la decisione potrebbe non essere compresa. Ma c’è per caso una migliore soluzione tra l’industria e l’ambiente? Lunedì prossimo ne parleremo in una conferenza stampa.

È dunque chiaro che la compagnia ha deciso di utilizzare l’ambiente come prima motivazione per la mossa, sottolineando che “chiunque possiede più caricatori”.

La scusante ambientale è stata utilizzata anche da Apple, proprio durante il processo decisionale che portò l’azienda statunitense a vendere i propri prodotti privi di caricabatterie. Tuttavia questo è sempre stato motivo di polemiche, e in alcun modo i consumatori si sono rivelati entusiasti del cambio, soprattutto perché Apple non ha fatto niente per apportare migliorie ai sistemi di ricarica.
Xiaomi, nel corso del 2020, ha debuttato con un caricatore da 120W per il suo Mi 10 Ultra: se i consumatori di Xiaomi vorranno utilizzare l’opzione di fast-charge sui propri smartphone, dovranno spendere dunque ancora di più.
Alcuni rumors suggeriscono che presto anche Samsung abbraccerà lo stesso trend, vendendo i Galaxy S21 senza caricabatterie.

La vera domanda è: comprereste ancora Xiaomi Mi 11 pur sapendo che il caricabatterie non sarà incluso? Fatecelo sapere nei commenti!

 

Leggi anche:

Ultimi Articoli

Related articles

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui