Xbox Series X: Microsoft vuole risolvere il problema della batteria tampone

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

Proprio come PlayStation 4 e PlayStation 5, anche Xbox Series X e Serie S montano a bordo la cosiddetta batteria tampone per il CMOS, la quale immagazzina alcuni dati fondamentali soprattutto per l’esecuzione del software acquistato in digitale.

E’ un vero e proprio orologio interno che, una volta scarico potrebbe rendere inutilizzabili i videogiochi acquistati in digitale, qualora venissero a mancare i server per effettuare il riconoscimento delle licenze.

Sony, consapevole del problema, ha risolto il problema in tempi recenti con un nuovo aggiornamento software per entrambe le PlayStation e pare che anche Microsoft sia consapevole della cosa.

Intervistato da Axios, Phil Spencer ha rivelato che Microsoft sta lavorando per risolvere il problema via aggiornamento software. Quella della batteria non è una problematica destinata a presentarsi nell’immediato, ma solo nei prossimi anni, tuttavia non sorprende affatto che Microsoft stia lavorando ad una soluzione per arginare il problema, soprattutto vista la loro enorme attenzione verso la preservazione del retrogaming.

Il team hardware sta ascoltando i messaggi in merito alle nostre console. Siamo consapevoli del rapporto tra i giocatori e quello che possiedono quindi abbiamo ascoltato il messaggio e i nostri team stanno lavorando.

Qualora i servizi online Xbox o PlayStation dovessero mai chiudere, e la batteria sarebbe scarica, le console diventerebbero praticamente inutilizzabili.

Fonte

Ultimi pubblicati

Articoli Correlati

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.
h1, h2, h3, h4, h5, h6 { font-family: 'Roboto', sans-serif; color: #81D743; font-weight: 400; margin: 6px 0; }