Una perfetta postazione gaming

Una perfetta postazione gaming

Chi ha la passione dei giochi al computer sa che una postazione perfetta può migliorare le proprie prestazioni. Inoltre, visto che si trascorrono molte ore ogni giorno, o a volte solo nel fine settimana, seduti alla postazione, il fatto che sia comoda ed ergonomica ci permette di evitare le problematiche “del giorno dopo”, quali dolore ai polsi e ai gomiti o fastidio al collo. Avere a disposizione una tra le migliori sedie di gaming, un buon mouse, una tastiera eccellente sono tutti elementi fondamentali, da scegliere con accuratezza.

La sedia da gamer appassionato
Oggi chi ha la possibilità di costruire al meglio la propria postazione da gaming, spendendo tutto il necessario, deve necessariamente avere a disposizione una buona sedia. Il minimo sindacale è una sedia da ufficio, reclinabile, imbottita e con i braccioli. Questo tipo di conformazione permette di limitare lo stress sulla zona lombare, di far riposare l’avambraccio e di posizionare il corpo mantenendo la massima comodità e, contemporaneamente, una corretta visuale sul monitor del computer. I prodotti disponibili oggi sono molteplici, soprattutto se si dà un’occhiata alla proposta di alcuni e-commerce. Stiamo comunque parlando di pezzi venduti a prezzi importanti; chi non si può permettere spese di un certo tipo deve ripiegare sulle comode sedie da ufficio, possibilmente in tessuto e con parti in rete, che consentono la massima traspirazione e un ottimo confort, con prezzi che comunque partono da circa 100 euro.

Il mouse
Uno degli elementi fondamentali per chi ha la passione dei giochi al computer è il mouse. A conferma di questo fatto esistono aziende che producono esclusivamente periferiche per gamers, a partire dai mouse per arrivare alle tastiere e ai dispositivi ibridi, che sommano le due cose permettendo di bindare la maggior parte dei tasti e di creare macro a piacere per ogni tipo di comando disponibile in gioco. Chi usa il mouse per lavorare o per navigare in rete neppure si accorgerà della differenza tra un prodotto acquistato al supermercato e uno dei “mega mostri” da gamer; chi invece gioca spesso troverà forte vantaggio nell’avere a disposizione un mouse ben costruito, con una quantità di DPI elevatissima. Questo ultimo elemento misura la sensibilità del mouse, una caratteristica che permette al dispositivo di comunicare al processore quanto più velocemente possibile lo spostamento del cursore sul display e i click del giocatore. Un buon mouse da gamer ha anche un buon numero di tasti, per bindare le varie azioni di gioco.

La tastiera
Chi gioca al computer tiene una mano sul mouse e l’altra sulla tastiera dove, proprio come sul mouse, ha bindato una serie di azioni, o clicca per svolgerne altre. Anche in questo caso la tastiera deve essere sensibile: ad ogni clic di un tasto deve corrispondere un’azione in gioco, cosa che si deve attivare quanto più velocemente possibile. Una buona tastiera da gemer deve anche essere robusta e resistente, possibilmente con la facilità di trovare pezzi di ricambio, quali ad esempio alcuni tasti. Inoltre è essenziale che sia retroilluminata: quando si gioca non serve la luce di casa, le dita agiscono ricordando dove sono i tasti, ma una luce che li illumina permette di trovare anche quelli che si utilizzano solo raramente, difficili da memorizzare.