TIM rivede gli aumenti per la fatturazione mensile

TIM rivede gli aumenti per la fatturazione mensile

Qualche giorno fa abbiamo parlato in questo articolo degli aumenti che Vodafone apporterà ad alcuni suoi piani tariffari anche in vista del ritorno alla fatturazione mensile, leggere quella notizia è parso molto strano visto che l’AGCM ha fatto ricorso contro gli operatori che intendono sfruttare il ritorno alla fatturazione mensile per aumentare i costi delle tariffe, cosa che infatti TIM rivedrà e lo farà al ribasso quindi niente aumenti, questo per non correre il rischio di ulteriori salate penali da parte dell’Antistrust.

Pare quindi che TIM non adotterà il sistema dell’applicazione di quel famoso 8,6% che si pagava con la famosa tredicesima mensilità poi spalmato mensilmente per 12 mensilità. Sugli operatori telefonici italiani incombe ancora il sospetto di aver fatto cartello a discapito degli utenti utilizzando tutti la stessa strategia.

Come si legge sul sito ufficiale di TIM, infatti, gli aumenti per le offerte di rete fissa si ridurranno al 7,8% con un calo dello 0,8%. Per quanto riguarda le tariffe mobile, gli aumenti subiranno una riduzione dello 0,4%.

 Le modifiche sono retroattive e sono valide dal primo aprile per le offerte di rete fissa e dall’8 aprile per le offerte di rete mobile.

L’operatore, inoltre informa che le offerte della gamma TIM Young riceveranno 1 Giga di traffico gratuito in più per 30 giorni, attivabile ogni mese sino all’8 aprile 2019. Infine, le offerte della gamma TIM 60+ includeranno chiamate illimitate verso numeri mobili TIM nei weekend, offerta attivabile ogni mese sino all’8 aprile 2019.

I costi della nuova gamma Senza Limiti (TIM Senza Limiti, TIM Young Senza Limiti, TIM Junior Senza Limiti, TIM 60+ Senza Limiti, TIM International Senza Limiti) e gli importi dovuti per il pagamento rateizzato di prodotti non subiscono alcuna variazione.

TIM informa inoltre, sempre tramite comunicato ufficiale sul proprio sito, che a partire dal 1 aprile 2018, per le offerte mobili i cui pagamenti sono addebitati sulla fattura TIM di Rete Fissa (ad esempio, TIM Smart Mobile), la variazione dei prezzi di listino sarà del 7,8%, anziché dell’8,6% precedentemente comunicato, con una riduzione della relativa spesa di circa lo 0,8%.

A questo punto ci aspettiamo che anche gli altri facciano lo stesso perchè semplicemente è giusto che sia cosi.

 

Vuoi scoprire ed approfittare di tutte le migliori offerte tecnologiche del momento? Segui i nostri canali Telegram e Facebook per non lasciarti sfuggire le migliori promozioni del momento.