Qualcomm Snapdragon 670, la fascia media si trasforma in top

Qualcomm Snapdragon 670, la fascia media si trasforma in top

Il prossimo processore di fascia medio/alta Qualcomm Snapdragon 670 sembra avere tutte le carte in regola per riuscire a fronteggiare anche processori di categoria più alta. Emerse in queste ore nuove informazioni tecniche dettagliate che vanno a descrivere l’architettura del prodotto.

Ormai tra un dispositivo di fascia media ed uno di fascia alta c’è sempre meno differenza. Anche in questo caso si parla di architettura Octa Core ma con una predisposizione “2+6” molto particolare. Saranno infatti soltanto 2 i Core dedicati alle alte prestazioni, li altri 6 verranno dedicati al risparmio energetico.

Qualcomm Snapdragon 670 nel dettaglio

Snapdragon 670 già in test
Snapdragon 670 già in test

Le ultime notizie emerse in rete dimostrano come la compagnia abbia deciso di accantonare la soluzione Big.Little 4+4 tradizionale optando per un 2+6 comunque vantaggioso. I 2 core più grandi saranno dei ARM Cortex-A75 di fascia alta. In questo caso la frequenza di lavoro massima può raggiungere i 2.6GHz. I 6 core più piccoli invece sono dei ARM Cortex-A55 settati a 1.7GHz.

Si tratta di frequenze di lavoro leggermente inferiori a quelle dei Kryo 385 dello Snapdragon 845, attualmente il top gamma della compagnia. La GPU utilizzata sarà una Adreno 615 in grado di lavorare ad una frequenza massima di 700MHz. Il supporto per i display fino a 2560 x 1440p è garantito, così come la compatibilità con i moduli dual camera.

Confermato anche il supporto per la RAM LPDDR4X e memorie UFS 2.1, praticamente le più recenti presenti sul mercato. All’interno del Qualcomm Snapdragon 670 troveremo poi un modem LTE Snapdragon X2X che supporterà, teoricamente, una velocità in 4G fino a 1Gbps in speedtest. Insomma, parliamo di un bel processore in grado di regalare grandi soddisfazioni.

Fonte | ITHome