Netflix lavora ad un proprio social network? Emersi i primi dettagli

Netflix lavora ad un proprio social network? Emersi i primi dettagli

Netflix potrebbe essere al lavoro su una nuova piattaforma collaterale di stampo social denominata N-Plus. I riferimenti a questo misterioso servizio sono spuntati in un recente sondaggio proposto agli utenti dove si cita in maniera diretta l’ambienta social con la seguente descrizione:

Uno spazio online dove si può scoprire di più sugli show Netflix più amati e su tutto ciò che li riguarda. 

E’ probabile che si tratti di un servizio social verticale, quindi una vera e propria appendice alla piattaforma streaming dove gli utenti avranno la possibilità di interagire e discutere dei contenuti in catalogo. Nel sondaggio viene anche menzionata la possibilità di creare playlist personalizzate con i contenuti di Netflix, da condividere poi con gli utenti suk social in questione.

Una mossa che permetterebbe a Netflix di rafforzare la sua grande community e rendere i suoi contenuti ancora più coinvolgenti. Idea che potrebbe essere stata concepita  anche a seguito di un 2021 iniziano abbastanza sottotono per Netflix.

Un 2021 partito sottotono per Netflix

In occasione dell’ultima riunione con gli investitori per discutere dei risultati finanziari conseguiti, Netflix ha svelato di aver messo in piedi un piano investimento nella realizzazione di nuovi contenuti originali per il 2021 dal valore di 17 miliardi di dollari.

Si tratta di una cifra abbastanza in linea  con quella investita già lo scorso anno, tuttavia l’azienda ha anche sottolineato come la crescita degli abbonati alla piattaforma abbia subito un rallentamento, portando il numero complessivo degli iscritti a 208 milioni.

Nel primo trimestre del 2021 il servizio non è riuscito a raggiungere le sue stime iniziali, che prevedevano il raggiungimento dei 210 milioni di abbonati complessivi. In questi primi tre mesi dell’anno invece si sono uniti al servizio solo 4 milioni di nuovi iscritti, portando ad un calo nelle azioni del 10%.

Secondo Netflix i motivi sarebbero da imputare al Covid-19 che ha rallentato la realizzazione di nuovi contenuti originali nel corso del 2020:

Crediamo che il rallentamento nella crescita sia dovuto alla forte spinta del 2020, dovuta al Covid-19, e al minor numero di nuove uscite nella prima metà del 2021 dovuta ai ritardi nella produzione causati dal lockdown. Continuiamo a prevedere una forte seconda metà dell’anno grazie al ritorno delle nuove stagioni di alcuni dei nostri grandi successi e a una entusiasmante lineup di film.

A seguito di questo Netflix ha rivisto al ribasso anche le sue previsioni future, con un target di almeno 1 milione di abbonati entro il secondo trimestre del 2021. Si tratta della previsione più bassa di sempre nella storia della compagnia e nel diffondere questi dati i responsabili hanno voluto puntualizzare che la colpa non è dovuta alla crescente competizione di un mercato sempre più frammentato da nuovi servizi come Disney+ e HBO Max.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.