Microsoft sostiene il Pride 2021 con nuove iniziative

Microsoft sostiene il Pride 2021 con nuove iniziative

Come testimoniano le varie iniziative lanciate in questo periodo. Microsoft riconferma anche per il 2021 il suo sostegno al Pride Month, con una campagna a livello globale per celebrare la diversità e combattere la discriminazione.

In occasione del mese di giugno, l’azienda annuncia infatti tutta una serie di progetti speciali e iniziative volte a sensibilizzare le persone sull’importanza di poter esprimere la propria identità liberamente e vivere in una società in grado di garantire pari diritti e opportunità.

Con il claim “Together, we can”, Microsoft lancia una campagna globale per incoraggiare la discussione e la comprensione delle principali tematiche LGBTQIA+, per promuovere attività di supporto e aiutare le persone ad esprimere pienamente ciò che sentono di essere all’interno di una comunità davvero inclusiva. Focus della campagna il concetto di Intersezionalità, ovvero l’unione (e intersezione) di diverse identità sociali, che vanno oltre l’identità di genere e l’orientamento sessuale e che includono per esempio anche l’etnia, che possono essere oggetto di discriminazione e disuguaglianza.

In Italia, l’azienda annuncia oggi la partecipazione alla nuova edizione del Milano PRIDE, manifestazione dell’orgoglio LGBTQIA+ che quest’anno alternerà eventi in presenza e appuntamenti digitali fino al 26 Giugno, per promuovere una società aperta dove tutti gli individui sono tutelati e dove l’evoluzione dei diritti civili e la promozione dei diritti sociali, in favore anche delle cosiddette minoranze, è parte integrante per la ricostruzione del tessuto sociale e civile logorato dalla pandemia e per la costruzione della società futura.

Inclusione e rispetto, tutela e valorizzazione della diversità, e quindi anche della comunità LGBTQIA+, rappresentano un elemento imprescindibile e fondante della visione di Microsoft, a livello globale e locale. L’azienda infatti, impegnata da sempre a proteggere e valorizzare i diritti di tutte le persone senza distinzione di genere, etnia, condizione fisica e orientamento sessuale è stata la prima al mondo per esempio – già nel 1993 – a dare alle coppie dello stesso sesso i medesimi benefici garantiti alle coppie eterosessuali.

Anche il gaming gioca un ruolo importante all’interno della comunità LGBTQIA+. Secondo uno studio condotto da Nielsen nel 2020, il 10% di tutti i giocatori di età superiore ai 18 anni si identifica come LGBTQIA+. In questo contesto, Xbox ha organizzato una serie di attivazioni e iniziative,tra cui la possibilità di accedere gratuitamente a Tell Me Why, la pluripremiata avventura narrativa con protagonista un personaggio transgender disponibile su console Xbox, Microsoft Store e Steam per il mese di giugno 2021. Infine, il canale Xbox Twitch ospiterà per tutto il mese dei talk a tema con creatori e sviluppatori di giochi della comunità LGBTQIA+.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.