Il vicepresidente di Google Stadia si dimette

Il vicepresidente di Google Stadia si dimette

Una nuova tegola si abbatte su Google Stadia e questa volta riguarda proprio il suo vicepresidente, John Justice, il quale ha deciso di dare le sue dimissioni.

Justice è stato il responsabile dell’esperienza utente di Stadia fin da quando Google assemblò il team al lavoro sulla piattaforma di cloud gaming, ovvero dal 2019. L’indiscrezione sul suo addio è stata inizialmente diffuso da The Information, con una successiva conferma ufficiale giunta direttamente da Google che ha augurato buona fortuna a Justice.

Considerando le critiche che erano state imputate a Google di creare troppe aspettative nei suoi annunci, lo scorso dicembre Justice pubblicò un post sul sito di Stadia per annunciare un cambio nella strategia comunicativa delle novità relative all’interfaccia. Si è trattata dell’ultima comunicazione ufficiale giunta direttamente dal vicepresidente della piattaforma e ovviamente l’arrivo di queste dimissioni a sorpresa alimentano le preoccupazioni degli utenti verso una servizio che all’inizio di questo 2021 ha deciso di chiudere addirittura lo studio di sviluppo incaricato di realizzare giochi first party.

Al netto di queste notizie meno entusiasmanti che giungono periodicamente sulla piattaforma di cloud gaming, Google sembra ancora intenzionata ad investire nel servizio proponendo dei bundle esclusivi in collaborazione con i publisher di terze parti. L’ultima in questo senso è stata l’offerta con Resident Evil Village, tutt’ora attiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.