Il bug del multi-touch di Android 8.1 Oreo sarà risolto a giugno

Il bug del multi-touch di Android 8.1 Oreo sarà risolto a giugno

Nonostante il lavoro di accorgimento e ottimizzazione condotto da Google, l’aggiornamento ad Android 8.1 Oreo ha portato in dote qualche magagna di troppo ai possessori di Google Pixel 2 e Pixel 2 XL. Ci riferiamo, nello specifico, allo strano bug riguardante il multi-touch, abbastanza vistoso in corrispondenza del compimento di alcune operazioni più complesse come i giochi o con le applicazioni che richiedono continuamente tocchi e sollecitazioni allo schermo. Anche in un semplice scenario in cui consultiamo tutte le nostre foto immagazzinate all’interno della popolare app Google Foto.

Si tratta, a conti fatti, di un bug piuttosto fastidioso dal momento che può rovinare definitivamente l’esperienza di utilizzo con lo smartphone con a bordo l’ultima versione del sistema operativo Android 8.1 Oreo. Ma a cosa ci riferiamo quando si parla di bug del multi-touch? Come spiegato diffusamente in rete – anche mediante alcuni video ad-hoc, come quello ad esempio pubblicato in calce all’articolo – il dispositivo di turno (Google Pixel 2 e Pixel 2 XL, in particolare) non riesce a recepire correttamente i tocchi sullo schermo non appena vengono posizionate due dita contemporaneamente sullo stesso display.

Sono diverse, allo stato attuale, le segnalazioni in merito alla presenza del bug su Google Issue Tracker e lo stesso gigante di Mountain View pare finalmente aver affrontato l’argomento, quasi per rispondere e placare le ira dei possessori dei più recenti Pixel. Una prova della correzione imminente della stortura – che Google stessa precisa esser meramente software e non hardware – si trova all’interno del progetto Open Source di Android, all’interno del quale è per l’appunto presente una pagina denominata “Resampling fisso per più puntatori”.

Non ci sono però novità pronte per l’immediato, dal momento che Google pare aver intenzione di metter ogni definitiva pezza alla problematica “non prima dello spirare del mese di giugno“. Il motivo è da ricercare nella politica aziendale in materia di aggiornamenti della sicurezza e correzioni di errori: in soldoni, si potranno apportare modifiche almeno un mese prima del rilascio di una patch. La questione positiva comunque è che il bug presente con Android 8.1 Oreo verrà definitivamente risolto da Google.

FONTE: PhoneArena