Galaxy Note 9, svolta nella batteria: finalmente 4.000mAh!

Galaxy Note 9, svolta nella batteria: finalmente 4.000mAh!

Samsung sta preparando una importante svolta con il suo prossimo Galaxy Note 9. Che se da un lato erediterà gran parte delle novità inaugurate dal gigante di Seoul a seguito del lancio di Galaxy S9 Plus – ad incominciare dall’audio stereo e sino ad approdare al modulo fotografico in configurazione doppia con apertura focale variabile – dall’altro avrà necessariamente bisogno di alcuni accorgimenti rispetto al lavoro condotto nell’ultimo periodo dalla stessa Samsung.

Il rimando va senz’altro all’autonomia, forse l’unico pezzo meno appariscente soprattutto se rapportato alla concorrenza. Il mercato è d’altronde animato da proposte caratterizzate da batterie estremamente capienti e performanti, e non si capisce bene il motivo per cui il gigante di Seoul non sia ancora riuscito – a parità di ingombro, spessore e ampiezza del display – ad incastonare “sotto il cofano” un modulo batteria degno di uno smartphone top di gamma. Tanto per abbozzare qualche paragone e non andare troppo indietro, Huawei ha senza troppi indugi ripiegato su una 4.000mAh per il suo ultimo P20 Pro, che in fatto di autonomia fa sensibilmente meglio di Galaxy S9 Plus, fermo al palo a quota 3.500mAh.

Ebbene, la svolta in materia pare esser finalmente dietro l’angolo, almeno a detta delle ultime indiscrezioni. Secondo quanto riportato infatti in data odierna, Galaxy Note 9 avrà uno spazio più ampio del solito per il parco batterie, e questo permetterà a Samsung di incastonare addirittura una unità da 4.000mAh, sensibilmente più grande degli attuali top di gamma coreani e peraltro superiore agli stessi 3.850mAh caldeggiati in precedenza.

Una notizia sicuramente importante, che va a braccetto con il concetto cardine Infinity Display in versione 2.0, nello specifico il linguaggio ulteriormente perfezionato che farà di Galaxy Note 9 uno smartphone tutto schermo. Samsung ha pensato bene di metter in rilievo cornici superiore e inferiore leggermente rifilate rispetto al modello di generazione precedente, e questo spiegherebbe tra l’altro l’arrotondamento della diagonale del display fino ad addirittura a 6.4 pollici.

In una continua rincorsa verso la scheda tecnica e numeri forse troppo appariscenti più che utili, è sicuramente positivo sapere che Samsung vuol concretamente migliorare l’autonomia dei suoi smartphone top di gamma e adesso Galaxy Note 9 pare avere tutte le carte in regola per una durata della batteria sicuramente conforme ai dettami della concorrenza.

FONTE: PhoneArena