Costi di incasso Wind Tre da giugno: cosa sono e a quanto ammontano

Costi di incasso Wind Tre da giugno: cosa sono e a quanto ammontano

Sembra proprio che Wind abbia deciso di modificare le proprie fatture inserendo una nuova voce riconoscibile come “costi di incasso”. Ovviamente non è una novità che piace molto agli utenti, che ancora si domandano cosa sono e per quale motivo vanno pagati.

Chi e quanto deve pagare?

Iniziamo col dire che tali costi riguardano sia un qualsiasi abbonamento mobile che fisso. Chiunque sia cliente Wind Tre, Wind Home e 3Fiber sarà soggetto quindi a questi costi di incasso. Andiamo quindi a vedere a cosa si riferiscono e a quanto ammontarono in ogni fattura.

In generale diciamo che tali costi sono dovuti alle spese che l’azienda deve sostenere per la gestione contabile-amministrativa delle operazioni legate appunto alla fatturazione. Attualmente il prezzo da pagare è di circa 0,60€. Ovviamente da non dimenticare anche l’aggiunta dell’IVA che ammonta, come al solito, al 22%. Ciò vuol dire che, facendo tutti i conti, il totale equivale ad una spesa aggiuntiva di 0,37€.

Queste aggiunte si leggeranno nelle fatture dei clienti che hanno deciso di pagare il proprio abbonamento tramite bollettino postale o pagamento automatico tramite conto corrente. Coloro che invece richiedono la fattura cartacea dovranno pagare qualcosa in più, ovvero 1,27€ per ogni documento relativo alla fatturazione.

Non si tratta sicuramente di una novità molto gradita per chi pensava di entrare nel mondo WindTre. Purtroppo i gestori hanno deciso di attuare queste modifiche per coprire i costi di gestione e a noi non resta che pagare per continuare ad usufruire delle promozioni scelte.