5G: anche l’india esclude Huawei e ZTE

5G: anche l’india esclude Huawei e ZTE

Anche l’India si prepara a tagliare fuori Huawei e ZTE dal mercato della rete 5G.

Una decisione forse non del tutto inaspettata, che attende solo l’ufficialità da parte del Primo Ministro. Sintomi di un possibile ban erano infatti già nell’aria da tempo, nello specifico da quando l’India ha emesso una legge che impedisce alle aziende dei paesi confinanti di investire nello stato Indiano.

L’estromissione di Huawei e ZTE, almeno ufficialmente, sono state estromesse per permettere alle aziende locali in India di sviluppare le proprie tecnologie per la rete 5G sul territorio.

Huawei e ZTE vengono sostanzialmente ritenute delle minacce per la sovranità del paese. Proprio di recente lo stato indiano ha deciso di bannare alcune applicazioni cinesi, circa 58 per l’esattezza e tra queste vi erano anche TikTok e WeChat.

Il ban di Huawei dal mercato della rete 5G in India è solo uno dei tanti che l’azienda cinese si è beccato negli ultimi mesi. Anche l’Italia rientra tra quei paesi, dopo gli Stati Uniti, Inghilterra e Australia ad aver deciso di non affidarsi alla tecnologia di Huawei, definita un pericolo per la privacy dei dati.

I rapporti tra la Cina e il resto del mondo diventano sempre più delicati e complessi.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.