Xbox Series X: in arrivo novità su Quick Resume e retrocompatibilità

Xbox Series X: in arrivo novità su Quick Resume e retrocompatibilità

Uno dei grandi cavalli di battaglia con cui Microsoft ha portato Xbox Series X sul mercato è stata senza dubbio la retrocompatibilità della console con i parchi titoli della famiglia Xbox Classic, Xbox 360 e Xbox One.

L’azienda ha infatti investito molte risorse per dare agli utenti qualcosa di molto più elaborato rispetto alla semplice riproduzione del software old gen, puntando allo sviluppo di feature esclusive come l’apprezzata funzione di Auto HDR, ottimizzazioni dedicate e l’immancabile upscaling fino a 4K.

Un lavoro ingegneristico che ha richiesto mesi di testing su un catalogo gigantesco che attinge da ben tre generazioni passate di console.

Molti utenti però si attendono di conoscere presto delle novità in merito alla retrocompatibilità e durante un podcast di Larry Hryb (ai più noto come Major Nelson), Jason Ronald di Microsoft ha proprio anticipato che l’azienda sta lavorando per svelare delle imminenti novità che riguardano la riproduzione dei titoli old gen.

Ronald ha specificato che a breve saranno svelate delle novità importanti circa la retrocompatibilità e il Quick Resume, una feature altrettanto unica e peculiare di Series X che permette di avviare più giochi in sequenza.

Il Quick Resume tuttavia ha mostrato il fianco ad alcune critiche: per esempio non è possibile verificare il numero di titoli in coda per la riproduzione, oppure la presenza di alcuni bug che possono minare l’esperienza.

E’ possibile che le novità vengano svelate in occasione dell’AI and Gaming Research Summit, evento al quale presenzierà Microsoft insieme al responsabile della divisione Xbox, Phil Spencer.

L’evento si terrà il 23 e il 24 febbraio e tra gli argomenti trattati vi saranno tematiche legate al mondo dello sviluppo e della creazione dei contenuti in ambito gaming.

Ecco alcuni dei temi:

  • Agenti IA per gameplay e testing dei giochi;
  • Gaming responsabile, etica, sicurezza, e inclusività;
  • Creatività computazionale e generazione di contenuti;
  • Comprensione dei giocatori, coinvolgimento degli utenti, analisi.

L’appunto sembra l’ideale per divulgare novità di stampo hardware e software, quindi ci aspettiamo qualche presentazione a sorpresa da parte di Microsoft nell’ambito della retrocompatibilità e il Quick Resume, due fattori che ad oggi rendono Series X e Series S due console molto appetibili per chi vuole recuperare più generazioni di videogiochi e restare al passo con l’attuale.

Da questo punto di vista speriamo che Microsoft riesca ad ampliare il suo catalogo di titoli retrocompatibili, anche se recuperare le vecchie licenze dai publisher è un’operazione tutt’altro che scontata da concretizzare.

Rispondi