Stadia: in arrivo una nuova prova gratuita per gli abbonati Google One

Stadia: in arrivo una nuova prova gratuita per gli abbonati Google One

Ancora una volta gli aggiornamenti all’applicazione di Google Stadia per smartphone permettono ricevere in anticipo sui tempi alcune novità in arrivo per il servizio di cloud gaming.

Scavando nel codice, i colleghi di 9to5Google hanno scovato un periodo di prova gratuito per gli abbonati a Google One, il servizio a pagamento messo a disposizione dal colosso di Mountain View per offrire agli utenti una serie di vantaggi, tra i quali uno spazio di archiviazione dedicato sul cloud. Al momento non si hanno informazioni sulla data di lancio della promozione, ma potrebbe comunque arrivare a breve.

Questa però non è l’unica novità scovata nel codice, è stato infatti scovato anche unsistema che renderebbe più immediata la configurazione dello Stadia Controller sfruttando le reti WiFi su cui si gioca. Nello specifico questa nuova funzione dovrebbe permettere di recuperare in automatico le password salvate sul proprio dispositivo Android. Per chi ha confidenza con l’app di Google Home, il funzionamento dovrebbe essere pressoché simile.

Ricordiamo che in questo periodo Google sta introducendo tutta una serie di novità legate al sistema, alcune ancora in fase di testing, altre già disponibili, ma in ogni caso l’azienda sta cercando di limare tutta serie di criticità e lacune che affliggono il servizio fin dal lancio.

Tra queste troviamo un nuovo aggiornamento lato server per l’applicazione mobile, che ha abilitato ufficialmente il supporto alla rete mobile, con una risoluzione massima supportata fino a 720. Update che probabilmente non arriva in maniera casuale, poiché Amazon Luna e XCloud hanno sfruttato questa funzionalità come punto di forza al momento del lancio, mentre su Stadia era una feature limitata e in fase di sviluppo da diverso tempo.

Si parla di un consumo di circa 2,7 Gb all’ora. E’ importante quindi disporre di una promo con molti giga, anche se la risoluzione a 720 potrebbe sicuramente essere vista come un limite per tantissimi utenti abituati alle risoluzioni maggiori in voga nel mercato console e PC.

Sempre nei giorni scorsi, Stadia ha ricevuto un nuovo update altrettanto importante che adesso permette agli utenti di collegare al controller proprietario anche il DualShock 4, il pad di Xbox One e persino l’Adaptive Controller, sfruttando direttamente la porta USB Type-C.

Ecco una breve guida diffusa da Google:

  • Accendi il controller Stadia principale.
  • Collega il controller Stadia allo schermo su cui vuoi giocare usando il codice di collegamento dello schermo.
  • Assicurati che il controller secondario sia carico e spento.
  • Utilizzando un cavo USB, collega il controller secondario alla porta USB-C del controller Stadia principale.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.