Instagram: si testa una versione per i bambini sotto i 13 anni

Instagram: si testa una versione per i bambini sotto i 13 anni

Il gigante dei social media afferma che sta esplorando l’introduzione di un’esperienza controllata dai genitori che consenta ai bambini di utilizzare “in sicurezza” la piattaforma di condivisione delle foto.

Facebook sta valutando la possibilità di lanciare una versione Instagram (popolare piattaforma social di condivisione foto) per i bambini di età inferiore ai 13 anni.

BuzzFeed News ha riferito per la prima volta che Facebook ha annunciato in un post interno all’azienda, che sarebbe allo studio una versione di Instagram per le persone di età inferiore ai 13 anni per consentire loro di utilizzare Instagram “in sicurezza”. Attualmente l’azienda non consente a persone di età inferiore a questa età di creare un account sulla piattaforma.

Un portavoce di Facebook ha detto al Guardian che la società stava esplorando una versione di Instagram controllata dai genitori, simile all’app Messenger Kids per bambini tra i sei e i 12 anni.

“Sempre più bambini chiedono ai loro genitori se possono iscriversi ad app che li aiutano a stare al passo con i loro amici. Al momento non ci sono molte opzioni per i genitori, quindi stiamo lavorando alla creazione di prodotti aggiuntivi, adatti ai bambini e gestiti dai genitori stessi ” – Ha detto il portavoce.

“Stiamo esplorando la possibilità di portare su Instagram un’esperienza controllata dai genitori per aiutare i bambini a stare al passo con i loro amici, scoprire nuovi hobby e interessi e altro ancora.”

In un post sul blog all’inizio di questa settimana, che non menzionava il nuovo servizio Instagram proposto, la società ha notato che sebbene alle persone fosse stato chiesto di inserire la propria età al momento dell’iscrizione a Instagram, non c’era nulla che impedisse loro di mentire al momento della registrazione. Limite che però Facebook vuole superare utilizzando l’apprendimento automatico in combinazione con l’età di registrazione per determinare l’età delle persone sulla piattaforma.

La società ha anche annunciato l’intenzione di implementare nuove funzionalità di sicurezza, tra cui impedire agli adulti di inviare messaggi a persone di età inferiore ai 18 anni che non risultano tra le i loro follower e altri sistemi di controllo tra scambi di messaggi e richieste di amicizia tra adulti e minori di 18 anni. Tutto con lo scopo di rendere più difficile per gli adulti di trovare e seguire gli adolescenti utilizzando la funzione di ricerca in Instagram. Inoltre, gli adolescenti saranno anche incoraggiati a mettere i loro profili in privato al momento della registrazione.

Uno studio sull’utilizzo di Internet da parte degli adolescenti australiani, pubblicato dal commissario australiano eSafety a febbraio 2021, ha rilevato che il 57% degli adolescenti australiani utilizza Instagram, mentre il 30% ha riferito di essere stato contattato da uno sconosciuto e il 20% ha riferito di aver ricevuto contenuti non desiderati sui siti di social media utilizzati.

La strada è ancora lunga, ma la direzione intrapresa sembra essere quella giusta. Staremo a vedere se questo studio proseguirà o finirà in una bolla di sapone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.