Il mercato PC continua a crescere in Europa occidentale

Il mercato PC continua a crescere in Europa occidentale

La crisi dei chip non sembra arrestare la crescita del mercato PC nell’Europa occidentale, come sottolinea la nuova analisi di mercato diffusa da Canalys e registrata durante i primi tre mesi del 2021.

Durante il Q1 2021 sono stati consegnati 16,1 milioni di PC, in una sfera che comprende desktop, portatili e workstation. Rispetto agli stessi dati dello stesso periodo dello scorso anno, si parla di un +48%.

Complice anche la situazione della pandemia che ha costretto le aziende ad adottare lo smart working, i dati lasciano trasparire una crescita importante soprattutto per il mercato dei portatili, che da soli totalizzano l’84% del mercato, con ben 13,5 milioni di unità consegnate. Parlando dei produttori invece, al vertice troviamo HP con 4,1 milioni di unità consegnate e il 26% di share; seguita da Lenovo con altri 4 milioni di unità e il 25% di share e in ordine chiudono la classifica Dell, Apple e Acer  del 14%, 10% e 9%.

E’ evidente che la pandemia abbia spinto gli utenti verso il mondo dell’intrattenimento digitale e il lavoro da casa, intensificando il normale processo di richiesta annuale di PC, portando a risultati che hanno permesso ai produttori di batter cassa nonostante una crisi conclamata dei chip, che non accenna affatto a diminuire.

Canalys nel suo report evidenzia che la prima posizione di HP sia proprio da ricondurre alla bravura dell’azienda di ottenere tutte le scorte necessarie per la produzione e la gestione degli eventuali ritardi. A giocare un ruolo chiave è in questo caso l’ottimo rapporto dell’azienda con i vari fornitori.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.