Huawei e Leica pronte a dirsi addio dopo una lunga collaborazione

Il lungo sodalizio tra Huawei e Leica sarebbe destinato a concludersi quest’anno, forse addirittura tra pochi mesi. I due brand hanno una solida partnership da molti anni e ha permesso al marchio cinese di affermarsi sul mercato per la qualità delle fotocamere dei suoi smartphone, tuttavia pare che questo lunga collaborazione sia destinata a concludersi con il lancio dei nuovi P50.

Secondo il leaker RODENT950, i prossimi flagship della serie P50 rappresenteranno il canto del cigno dopo cinque anni di attività, tuttavia pare che Leica abbia intenzione di lavorare ancora nel mondo degli smartphone e sarebbe alla ricerca di un potenziale collaboratore con cui rafforzare la sua posizione in questo mercato e secondo le indiscrezioni tra i candidati figurano Xiaomi, Sharp e Honor.

Non sorprende la presenza del nome di Honor tra i potenziali partner, dato che il brand cinese si è da poco separato da Huawei per ritrovare una propria autonomia sul mercato. Pur mancando ancora la conferma ufficiale da parte dei diretti interessati, sappiamo bene che il ridimensionamento di Huawei dovuto alla crisi della pandemia e le limitazioni imposte dal ban degli Stati Uniti, potrebbero essere delle cause piuttosto valide.

Huawei P50. Quando arriveranno?

Secondo le indiscrezioni riportate da PhoneArena in passato, i nuovi Huawei P50 potrebbero arrivare durante il mese di giugno.

Uno dei motivi sarebbe da imputare a problemi nella catena di approvvigionamento, rallentati dalle restrizioni statunitensi verso i produttori cinesi, figlie di una combinazione di varie normative lanciate prima dal governo Trump, e dall’attuale Biden. Ma per l’appunto, questo rientra solo tra una serie di motivi, l’altro invece riguarderebbe anche la scarsità di processori reperibili sul mercato.

Una problematica, quella dei processori, che proprio in questi giorni era stata al centro di un dibattito relativo all’aumento dei costi, e di come alcuni produttori possano essere costretti, prima o poi, a riservare certi aumenti sui prezzi da listino dei nuovi device.

Sempre secondo altre indiscrezioni, Huawei sarebbe attualmente alle prese con una fase di beta testing problematica del nuovo Harmony OS.

il nuovo sistema operativo è HarmonyOS 2.0, il quale supporterà anche le applicazioni native per Android, oltre a quelle proprietarie sviluppate per il nuovo OS da Huawei. L’obiettivo è quindi quello di offrire una compatibilità totale per garantire un passaggio morbido tra i due sistemi operativi. Huawei dal canto suo al momento non ha ancora voluto confermare o meno se il suo HarmonyOS soppianterà definitivamente Android, ma è chiaro che l’azienda si sta chiaramente muovendo con l’obiettivo di essere indipendente e aggirare il ban emesso degli Stati Uniti.

Ultimi Articoli

Related articles

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui