Xiaomi Mi Pad 4 vuol essere il miglior tablet Android dall’alto del suo Snapdragon 660

Xiaomi Mi Pad 4 vuol essere il miglior tablet Android dall’alto del suo Snapdragon 660

Xiaomi Mi Pad 4 vedrà presto la luce e l’obiettivo è tra i più ambiziosi: guadagnare la palma di miglior tablet Android, specie in relazione al rapporto qualità-prezzo. A caldeggiare le prossime mosse del prolifico produttore cinese è il famoso analista di settore Pan Jiutang, secondo il quale sarebbe già in fase di sviluppo il successore dell’attuale Mi Pad 3, stavolta impreziosito da un miglioramento delle caratteristiche e della scheda tecnica integrale.

Una sentenza, quest’ultima, confermata anche dall’affidabile redazione di XDA Developers, entrata addirittura in possesso di una anteprima del file firmware del tablet Android cinese. L’occasione è senz’altro propizia per snocciolare alcune peculiarità distintive del prodotto, ribattezzato addirittura da Xiaomi come “tablet PC” benché il sistema operativo impiegato “sotto il cofano” sia quello di Google. Il produttore cinese pare insomma aver cestinato la strada di Windows 10, inaugurata dapprincipio ai tempi di Mi Pad 2 e mai seguita in questi ultimi anni da modelli contornati dal software di Microsoft, senz’altro più completo e congegnale per un utilizzo quanto più simile ad un convertibile o ad un portatile.

Acclarata dunque la presenza di Android, Xiaomi Mi Pad 4 metterà in mostra un inedito display con rapporto di aspetto in 18: 9, come suggerito dalla dicitura “is_18x9_ratio_screen” impostata sul valore “true”. Il tablet dovrebbe adottare un pannello LCD con ampiezza non ancora precisata.

I file del firmware hanno anche rivelato l’elemento di maggior spicco nella scheda tecnica di Xiaomi Mi Pad 4. Il tablet sarà infatti caratterizzato dal processore Snapdragon 660 di Qualcomm (impiegato da Xiaomi anche sul recente Mi 6X e sull’apprezzato Mi Note 3), seppure leggermente ridotto nella sua frequenza operativa (2.0GHz in luogo che 2.2GHz tradizionale), forse per preservare l’autonomia che, nonostante tutto, dovrebbe garantire ottimi riscontri in ossequio all’implementazione di un modulo da ben 6.000mAh.

Per ciò che concerne infine il comparto fotografico, il tablet Android cinese offrirà agli utenti una fotocamera posteriore singola con sensore OmniVision OV13855 da 13 megapixel e apertura focale f/2.0, mentre nella parte anteriore troveremo un sensore singolo Samsung S5KE8 da 5 megapixel con apertura f/2.0. Incerto il prezzo di listino e la data di ufficializzazione di Xiaomi Mi Pad 4, che potrebbe arrivare ad ogni modo già durante il corso delle prossime settimane.

FONTE: GizChina