Windows 11 arriva finalmente anche su Mac

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.

A distanza di poche settimane dal lancio ufficiale Windows 11 adesso arriva anche sui dispositivi Mac grazie ovviamente a Parallels Desktop 17.1.

Questa nuova versione di Parallels Desktop 17.1 per Mac è stata rilasciata solo da poche ore e offre offrendo un supporto migliorato per le virtual machine Windows 11 e una maggiore stabilità tramite l’implementazione predefinita di Virtual Trusted Platform Modules (vTPM) per “tutte le VM Windows 11 future e passate”.

Parallels 17.1 supporta completamente anche il nuovo macOS Monterey come sistema operativo e migliora l’esperienza dell’utente durante l’esecuzione di ‌macOS Monterey‌ in una VM su Mac M1.

Windows 11 richiede l’esecuzione di un chip TPM basato su hardware, che limita la compatibilità del software con i computer PC meno recenti e ne impedisce l’esecuzione tramite Boot Camp sui Mac Intel.

Introducendo il supporto predefinito per vTPM, Parallels offre la compatibilità automatica di Windows 11 con i Mac Intel e i Mac Apple Silicon, a condizione che i proprietari di questi ultimi utilizzino build Insider Preview di Windows 11 per macchine ARM.

Il vicepresidente di Parallels Elena Koryakina ha dichiarato:

Sapendo che Parallels Desktop svolge un ruolo fondamentale nel consentire agli utenti di eseguire le ultime versioni di Windows sul proprio dispositivo Mac preferito, abbiamo sviluppato una soluzione semplice per aiutare tutte le persone a utilizzare Windows 11 con l’abilitazione di vTPM per impostazione predefinita su tutti dispositivi Mac. L’ultima versione di Parallels Desktop si basa anche sulle principali richieste dei nostri clienti con nuove integrazioni per il 3D e il gaming per migliorare ulteriormente l’esperienza dell’utente

Fonte

Ultimi pubblicati

Articoli Correlati

Html code here! Replace this with any non empty raw html code and that's it.
h1, h2, h3, h4, h5, h6 { font-family: 'Roboto', sans-serif; color: #81D743; font-weight: 400; margin: 6px 0; }