Vasco Rossi da record al #modenaPark ma #Bonolis è l’hashtag che vince

Vasco Rossi da record al #modenaPark ma #Bonolis è l’hashtag che vince

E’ terminato da poco il concerto al Modena Park dove il grande Vasco Rossi ha festeggiato con oltre 220.000 fans in delirio assoluto, i 40 anni di carriera, ma se come era lecito attendere l’hashtag #modenapark è diventato uno dei maggiori trend topic di giornata su Twitter e Facebook a sorpresa il record va allìhashtag #Bonolis che, almeno in questa occasione e sicuramente non per la felicità del conduttore romano, oscura il Komandante.

Colpevole di questo triste record per Paolo Bonolis e per l’hashtag #Bonolis è stata sicuramente la Rai che, colpevolmente, ha pubblicizzato da giorni la diretta del concerto evento al Modena Park di Vasco Rossi senza però precisare in modo adeguato, di non possedere i diritti per la trasmissione completa dell’evento ma solo per alcune canzoni mentre il restante evento è stato coperto dal commento e dell’approfondimento di Paolo Bonolis, per la disperazione di tutti i fans davanti alla televisione che ovviamente si sono catapultati in rete per esprimere il proprio disappunto, utilizzando proprio l’hashtag #Bonolis.

Tra i tanti tweet presenti sicuramente alcuni sono stati decisamente spiritosi ed ironici, chiedendo ad esempio al povero “#Bonolis, sai che sei l’uomo più odiato di Italia questa sera?” oppure “Peccato ci sia quel cantante che interrompe spesso #Bonolis” ed ancora “#Bonolis, il Paolini della serata”.

Tra l’altro il conduttore è stato anche particolarmente criticato per una camicia davvero particolare e forse fuori luogo per l’evento “La camicia di #Bonolis: gli spari sopra sono per te” ed ancora “Dite a Bonolis di riportare la camicia a Red Ronnie”.

Insomma se per Vasco Rossi questa serata sarà sicuramente indimenticabile, per il povero Bonolis sarà difficilmente da dimenticare soprattutto perché aprendo Twitter o Facebook e digitando #Bonolis, i social gli ricorderanno questo concerto per molto, molto tempo.

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.