UPS sfida Amazon testando le consegne via drone

UPS sfida Amazon testando le consegne via drone

UPS risponde alla sfida di Amazon testando nuove tecnologie che possano agevolare la consegna delle spedizioni. La società ha difatti annunciato i primi esiti positivi di un test effettuato con un drone lanciato dal tetto di un furgone. Il velivolo ha effettuato autonomamente la consegna di un pacco presso un’abitazione, “rientrando” sul veicolo guidato da un operatore diretto verso il percorso della consegna successiva.

Il modello di drone usato per il test è stato il Workhorse HorseFly UAV Delivery System, un ottacottero con una gabbia sospesa dove poter caricare il pacco di un peso massimo di 4,5kg. Successivamente, premendo un pulsante su un touch-screen, il drone si reca automaticamente all’indirizzo. La batteria del velivolo si ricarica ogni volta che è agganciato all’autocarro, consentendo un’autonomia di volo di massimo 30 minuti.

Il test è stato eseguito negli Stati Uniti, di preciso a Tampa, in Florida, con la collaborazione dello sviluppatore di droni e camion elettrici Workhorse Group, che realizzato il velivolo assieme a parte del furgone. Il drone consente ai furgoni dell’azienda di effettuare percorsi più brevi e diretti, risparmiando tempo e soprattutto di denaro, come spiega la stessa azienda nella sua nota ufficiale: “La riduzione di anche un solo chilometro per driver al giorno, nel corso di un anno, può comportare per UPS un risparmio fino a 50 milioni di dollari”.

“Questo test si differenzia da tutto ciò che finora abbiamo fatto con i droni. Comporta implicazioni per le future consegne, in particolare in località rurali. Immaginate un percorso di consegna triangolare con fermate che si trovano a chilometri di distanza dalla strada. L’invio di un drone da un furgone per effettuare anche solo una di queste consegne può tradursi in una riduzione di costosi chilometri percorsi, consentendo un rafforzamento dell’efficienza del network di UPS e una riduzione delle emissioni. I driver sono il volto della nostra azienda e questo non cambierà. Ciò che ci interessa è il potenziale aiuto che i droni possono dare agli autisti in vari punti dei loro percorsi, consentendo loro di risparmiare tempo e di soddisfare le crescenti esigenze di servizio al cliente risultanti dalla crescita dell’e-commerce”, ha affermato Mark Wallace, dirigente di UPS.