Sicurezza zero: la password più usata del 2016 è 123456

Sicurezza zero: la password più usata del 2016 è 123456

A nulla è servito l’allarme lanciato lo scorso anno dalle aziende di sicurezza informatica: nel 2016, per il secondo anno consecutivo, la password più utilizzata dagli utenti per i propri account personali è stata “123456“, com’è consuetudine da ormai oltre due anni.

Quest’anno l’allarme è lanciato dall’azienda Keeper Security, la quale sostiene che su 10 milioni di account violati presi in esame, ben 1,7 milioni hanno utilizzato la lista di numeri come password.

Al secondo posto della classifica delle password più banali c’è la variante più lunga, “123456789”, seguita dalla storica “qwerty”, che fa seguito a “12345678”, oltre alla storica “111111”.

Naturalmente, tali password non si possono utilizzare su tutti i servizi online, dato che la maggior parte dei siti web richiedono obbligatoriamente l’utilizzo di parole chiave che contengano lettere, numeri e maiuscole. Alle volte anche la punteggiatura. Nella ricerca di Keeper Security non è ben specificata la tipologia dei servizi presi in esame, tuttavia il numero di utenti che utilizzano ancora password troppo semplici è ancora notevole.

Una password sicura dovrebbe essere composta da un minimo di 12 caratteri, tra lettere maiuscole, minuscole e numeri. Bandite le informazioni personali come nome o data di nascita, troppo semplici da intuire. Una volta stabilita la password è consigliabile che questa venga utilizzata per un solo account e che ogni sito abbia la sua, al fine di evitare che, in caso attacco hacker, la medesima password possa garantire l’accesso a tutti gli account online.