Samsung Exynos 9 Series: ecco il modello 8895, l’octa-core per i telefoni di fascia alta

Samsung Exynos 9 Series: ecco il modello 8895, l’octa-core per i telefoni di fascia alta

Dopo i dettagli emersi su Exynos 9 8895, arrivano alcune conferme sui prossimi processori di casa Samsung destinati ad alimentare i nuovi smartphone del colosso sudcoreano entro la fine dell’anno. Proprio come Qualcomm Snapdragon 835 – che in realtà è sviluppato in collaborazione con Samsung – la serie Exynos 9, e in particolar modo questo 8895, è costruita su un processo produttivo a 10nm (nanometri) che le consente di offrire prestazioni fino al 27% in più rispetto ai chipset basati sul processo a 14nm (come lo Snapdragon 821), ma anche di risparmiare fino al 40% di energia.

L’Exynos 9 Series 8895 è dotato di una CPU a otto core  di cui quattro core Exynos M2 (clock fino a 2,5 GHz) e quattro core Cortex A53 (clock fino a 1,7 GHz); chipset grafico affidato al Mali-G71. Il processore supporta display con risoluzioni fino a 3840 x 2400 WQUXGA o 4096 x 2160 4K UHD, così come la registrazione e riproduzione video in 4K UHD a 120fps. Inoltre, c’è il supporto per fotocamere fino a 28 megapixel e il doppio sensore per entrambe (anteriore e posteriore).

Secondo Samsung, il nuovo processore è il primo del suo genere ad avere un modem LTE con supporto aka 5CA in grado di effettuare download fino a 1 Gbps (1 gigabit al secondo) e upload fino a 150 Mbps. Altra cosa da segnalare degna di nota è che l’Exynos 8895 è dotato di un’unità di elaborazione separata dedicata alle soluzioni di sicurezza avanzate, tra cui i sensori per l’iride e per le impronte digitali. Samsung afferma che la serie Exynos 9 8895 è già in produzione di massa ed è molto probabile che troveremo questo processore a bordo del Galaxy S8 e Galaxy S8+ nelle versioni internazionali. Rimane la configurazione con Snapdragon 835 per i modelli americani.

Via