Ransomware macOS: Patcher è il virus che colpisce chi utilizza software pirata su Mac

Ransomware macOS: Patcher è il virus che colpisce chi utilizza software pirata su Mac

Il 90 per cento degli utenti ha scaricato almeno una volta nella vita un programma pirata. Se siete fra questi e utilizzate un Mac sappiate che correte il serio pericolo di incappare in un pericoloso ransomware: Patcher. Questo ransomware, sviluppato appositamente per il sistema operativo macOS, si sta diffondendo a macchia d’olio fra gli utenti che scaricano illegalmente file e software senza avere le licenze.

Se installate un software tramite torrente o tramite warez noterete che dopo aver scaricato illegalmente il programma si aprirà davanti ai vostri occhi una finestra trasparente con un’opzione definita “START”. Cliccando su questa opzione accade che il tasto sembra non funzionare… e difatti non funziona.

L’installazione di Patcher, però, produrrà altri effetti (di cui non sarete certo contenti):
• Gran parte dei vostri file verranno modificati con l’estenzione “.crypt” e non potrete aprirli;
• Verrà modificata la data corrente e tornerete indietro nel tempo al 13 febbraio 2010;
• Noterete che sarà presente sul vostro Mac un file README che, una volta aperto, visualizzerà una richiesta elettronica di riscatto di 0,25 bitcoin (stiamo parlando di una cifra che si aggira intorno ai 250/260 euro circa!).

Come evitare tutti questi inconvenienti? Semplice… acquistando legalmente i programmi e i software che vi servono.

Via