Prezzi europei dell’iPhone 6 di Apple

Prezzi europei dell’iPhone 6 di Apple

Ecco a voi un’anteprima dei prezzi europei dell’iPhone 6, almeno nei principali paesi del vecchio continente i cui consumatori già si contendono le due varianti del nuovo arrivato di casa Apple; il device ha di fatto già sbancato il botteghino e la domanda non fa che crescere di giorno in giorno. Ricordiamo che l’amato melafonino si presenta con un pannello più grande del suo predecessore, una fotocamera dalle migliori prestazioni, un processore più veloce, un nuovissimo design ultra-sottile e la capacità di sfruttare Apple Pay, cioè il nuovo sistema di pagamento in mobilità di Apple.

  • Regno Unito – l’iPhone 6 nel Regno Unito si presenta a partire da 539 sterline (circa 685 euro) IVA compresa, mentre i prezzi da contratto con le compagnie telefoniche partono, per la versione base, da zero con un contratto mensile di 48.50 sterline (circa 60 euro) per TEsco Mobile, fino a 209.99 sterline (circa 267 euro) con un contratto di 38.99 sterline (una cinquantina di euro, sempre mensili) per la EE;

 

  • Germania – qui le due varianti partono da 699 euro e 999 euro, rispettivamente. Gli operatori tedeschi sono un tantino meno generosi di quelli inglesi poiché non offrono l’opportunità di ottenere i dispositivi gratuitamente, benché l’offerta della O2 di 19 euro di anticipo per l’iPhone 6 da 16 GB e di 29 euro per il Plus (con la nuova tariffa flat) non è comunque niente male;

 

  • Francia – in Francia il dispositivo risulta un po’ caro se acquistato senza contratto, cioè intorno ai 709 euro l’iPhone 6 da 16GB e 809 euro l’iPhone Plus. Da contratto, invece, i due modelli vengono offerti dalla Orange a 199 ,90 euro e 299 ,90 euro rispettivamente;

 

  • Italia – e qui purtroppo la situazione è delle più infelici, in quanto l’iPhone 6 verrà venduto a 729 euro mentre il 6 Plus a 839 (cioè i prezzi più alti finora, addirittura superiori a quelli del Giappone che negli scorsi anni ha detenuto in questo senso un costante primato). Gli operatori ovviamente ancora non hanno iniziato a proporre preordini da contratto, dal momento che i dispositivi saranno disponibili dal 26 settembre.

Via