Open Fiber e la fibra a 10 Giga al secondo: la nuova scommessa

Open Fiber e la fibra a 10 Giga al secondo: la nuova scommessa

Open Fiber sta iniziando ad erogare la fibra a 10 giga al secondo per tutti gli operatori partner TLC.Per semplificare, adesso gli operatori telefonici come Vodafone o Fastweb che propongono una connessione in fibra FTTH erogata da Open Fiber, avranno la possibilità di rinnovare il proprio catalogo di tariffe introducendo le prime offerte a “10Giga simmetrici”, ovvero fino a 10 Gbps in download e fino a 10 Gbps in upload.

Il punto di forza di questa nuova proposta commerciale, è che i servizi a 10 Gbps potranno essere attivati anche dagli utenti consumer, e non quelli appartenenti alla fascia business.

La fibra a 10 Giga al secondo. La nuova scommessa per il futuro di Open Fiber

Il piano di digitalizzazione italiano marcia spedito con l’ultima proposta di Open Fiber(OF): la fibra a 10 giga al secondo. Si tratta di una recentissima proposta che situa OF tra le prime compagnie in Europa ad offrire ai propri clienti la rete internet superveloce.

Il sistema si basa sul servizio d’accesso XGS-PON che consente una velocità in accesso pari a 10 giga al secondo, ovvero 200 volte la velocità media di download in Italia che, nel 2020, era pari a circa 48 Mbps.

Il nuovo servizio
La nuova proposta di OF si basa sull’infrastruttura FTTH di Open Fiber stessa, sfruttandone la vasta copertura nazionale per estendere la rete ad alta velocità e garantire una copertura sempre più capillare.

Il servizio con fibra a 10 giga è frutto di un lavoro iniziato già due anni fa da Open Fiber che ne iniziò i test a Milano ottenendo il record di velocità e stabilendo il primo uso in Italia con infrastruttura già esistente. Aggiornando il terminale della rete, OF è riuscita così ad avviare il servizio basato su un’infrastruttura già presente sul territorio nazionale.

Simone Bonannini, direttore marketing e commerciale di Open Fiber, afferma che il traguardo raggiunto rappresenta anche la natura innovatrice di Open Fiber e la sua capacità di adattarsi al mercato proponendo nuove soluzioni tecnologiche.

Open Fiber infatti nasce con l’obiettivo di portare a termine un’infrastruttura di rete a banda  ultralarga in fibra ottica (FTTH ovvero Fiber To The Home). Scopo è dunque assicurare il collegamento e la connessione tra le aree rurali e le città con la rete FTTH da 1 giga al secondo nell’ottica della digitalizzazione nazionale. Ciò significa portare sul territorio la connessione veloce per garantire servizi avanzati ai cittadini, alle aziende e alla pubblica amministrazione.

Il primo operatore a sperimentare la nuova connessione è stato proprio TIM, durante uno degli episodi dello show televisivo “Amici”. Dopo una fase di sperimentazione, TIM avvierà poi l’offerta sulla propria rete a Roma, Genova e Torino.

Cooperando con Nokia, TIM sfrutterà la connessione con fibra a 10 giga al secondo su tecnologia XGS-PON arrivando a quadruplicare la velocità di download e ad incrementare la velocità di upload di otto volte. Secondo Quang Ngo Dinh, Consumer Commercial Director di TIM, le nuove soluzioni tecnologiche rappresenterebbero il nuovo volto dell’offerta TIM andando a migliorare l’esperienza dei clienti in TIM in tutti gli ambiti del digitale: dal gioco allo streaming.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.