Nuans dice addio a Windows 10 Mobile: in arrivo Neo Reloaded con Android 7 Nougat

Nuans dice addio a Windows 10 Mobile: in arrivo Neo Reloaded con Android 7 Nougat

Un altro smacco per Windows 10 Mobile. La recente notizia inerente la risibile quota mercato del sistema operativo mobile di Microsoft fa il paio con l’abbandono della giapponese Nuans al progetto che, soltanto alla fine del 2015, aveva portato all’ufficializzazione di un interessante smartphone personalizzabile conosciuto sotto l’appellativo di Nuans Neo.

Alimentato proprio dall’ultima versione della piattaforma a firma Microsoft, il dispositivo avrebbe dovuto esser rilasciato a livello mondiale tramite una campagna Kickstarter, così da raggiungere tutti i principali mercati nei quali è ancora forte l’attrazione verso la telefonia mobile. Od almeno erano queste le intenzioni originarie, che evidentemente fanno a pugni con il precario (od addirittura mancato) interesse degli utenti. Sì, perché nonostante la particolarità generale e il look intercambiabile, lo smartphone non è riuscito a far breccia ed a destare attenzione.

La colpa sarebbe da attribuire proprio a Windows 10 Mobile, e in tal senso due indizi costituiscono una riprova evidente. Il primo, riepilogato ieri, fa leva sulla contrazione in termini di vendite registrate nell’ultimo anno dal sistema operativo di Microsoft (che è mestamente passato, a detta dei dati rilevati da Gartner, da 1,1% allo 0,3% della fetta mobile), mentre il secondo sul netto cambio di passo abbozzato dalla stessa Nuans. Che, dopo aver annunciato l’abbandono di Windows 10 Mobile, si prepara a presentare un nuovo smartphone: Neo Reloaded, alimentato – tanto per cambiare – da Android 7.1 Nougat. Per inciso la piattaforma che ha generato il quantitativo monstre di 81.7% di share.

Nuans ha insomma semplicemente corretto il tiro, stravolgendo il sistema operativo ma mantenendo, per converso, le peculiarità distintive del suo particolare prodotto. Gli utenti saranno dunque in grado di cambiare look allo smartphone, in ossequio ad opzionali coperchi posteriori bitonali. Alla stregua poi del suo predecessore, Neo Reloaded non sarà un dispositivo di fascia alta, giacché l’elemento di punta ruota attorno alla figura del comunque apprezzato chipset octa-core Qualcomm Snapdragon 625, in coppia con 3 gigabyte di memoria RAM; chiudono il cerchio un display da 5.2 pollici a risoluzione Full HD (1920 x 1080 pixel), connettività LTE, resistenza a polvere e spruzzi (certificazione IP54) e batteria da 3.450mAh.

In questo momento, non è chiaro se Nuans abbia in previsione la vendita globale del suo Neo Reloaded. In ogni caso, la società giapponese presenterà lo smartphone in pompa magna il prossimo 20 febbraio, occasione evidentemente propizia per snocciolare tutte le informazioni in merito.

via