Microsoft al lavoro su una console portatile per il cloud?

Qualcomm ha svelato in questi giorni la sua piattaforma da gaming G3x Gen 1, annunciando implicitamente il suo ingresso nel mercato delle console portatili. L’azienda ha infatti stretto una partnership con Razer nello sviluppo di questo device, pensato per essere uno showcase di tutta la tecnologia di Qualcomm per il gaming portatile.

Il kit di sviluppo mette in mostra la maggior parte delle funzionalità che i fan si aspettano da un moderno palmare: la possibilità di collegarlo a un display, controller con feedback tattile, un touch screen, supporto per 5G e framerate fino a 144 fps. Naturalmente, è ancora un kit di sviluppo piuttosto che un dispositivo per il mercato di massa, sebbene possa essere utilizzato per riprodurre in modo nativo giochi Android o riprodurre in streaming titoli AAA da un PC, una console o un servizio come Xbox Cloud Streaming.

È interessante notare, tuttavia, che stando ad un report pubblicato sulla questione da Windows Central esamina la possibilità che questo kit di sviluppo possa essere la base delle tecnologie che Microsoft sfrutterà per creare la propria piattaforma portatile Xbox Cloud Streaming. L’autore Jez Corden afferma che Microsoft si starebbe “dilettando” con prototipi portatili Xbox basati su cloud da un po’ di tempo e che la piattaforma Qualcomm potrebbe essere la base su cui costruire le prossime idee future. Considerando che Corden in passato è stata la “gola profonda” di Microsoft nell’ambito console, una notizia del genere non ci sorprende affatto.

Microsoft ha spinto in modo aggressivo la piattaforma Xbox Cloud Gaming aggiornando i suoi server all’hardware Xbox Series X per fornire una migliore esperienza di streaming, oltre all’introduzione del Clarity Boost per i browser Edge.

Fonte

Ultimi pubblicati

Articoli di Interessa

h1, h2, h3, h4, h5, h6 { font-family: 'Roboto', sans-serif; color: #81D743; font-weight: 400; margin: 6px 0; }