LG G6 ufficiale: IP 68, Snapdragon 821 e tante novità per il top della compagnia coreana

LG G6 ufficiale: IP 68, Snapdragon 821 e tante novità per il top della compagnia coreana

Dopo mesi di attesa e voci continue, alle 12.00 di oggi la compagnia coreana LG ha finalmente alzato il velo sul suo nuovo top di gamma. Stiamo parlando di LG G6, un device che dovrebbe segnare un cambiamento di rotta rispetto a G5, il quale non è riuscito a convincere molti appassionati di tecnologia durante il 2016.

LG G6: un display innovativo per un terminale tutto nuovo!

Durante la conferenza stampa di presentazione del nuovo top di gamma LG G6, particolare attenzione è stata posta a riguardo dell’innovativo display utilizzato per questo cellulare. La dimensione del pannello rappresenta una novità rispetto al top di gamma dello scorso anno, dato che si è passati dai 5.3 pollici di LG G5, ai 5.7 pollici di LG G6. La tipologia di schermo rimane tuttavia la stessa, IPS, mentre la risoluzione adottata in questo smartphone è definita come QHD+ FullVision dalla stessa azienda asiatica. Questa nuova denominazione condensa tutti gli sforzi che LG ha riposto nel display del suo device high-end.

Il fattore sicuramente più interessante è il nuovo rapporto screen ratio 18:9, paragonabile a due quadrati posizionati uno di fianco all’altro, che permette una miglior fruizione dei contenuti video e multimediali. Secondo la compagnia, questo diventerà il nuovo standard nel corso dei prossimi anni e, proprio per questo, ha scelto di ottimizzare tutta la sua interfaccia a questo nuovo modus operandi. Il tutto si traduce in un miglior multitasking ed in una miglior disposizione dei contenuti all’interno dell’UI, tra le tante cose. Il tutto è completato poi da un pannello che occupa il 90% della superficie frontale di LG G6, bordi arrotondati per adattarsi meglio alle fattezze estetiche della scocca, supporto all’HDR 10 e a Dolby Vision. Lo schermo è protetto da un vetro Corning Gorilla Glass 5 con curvatura 2.5D. La stessa tipologia di vetro utilizzata per il frontale è stata, poi, adottata anche per il posteriore, mentre il resto della scocca è stata realizzata con dei materiali metallici.

Passando ad analizzare quello che è, invece, sotto la scocca, non possiamo far altro che partire dal processore. LG G6 possiede, per via di alcune vicissitudini legate al basso numero di unità prodotte al momento per quanto riguarda lo Snapdragon 835, una nostra vecchia conoscenza, lo Snapdragon 821. Il processore, prodotto ovviamente da Qualcomm, è poi affiancato da 4 Gigabyte di RAM e 32 o 64 Gigabyte di memoria interna di tipo UFS 2.1, espandibile tramite MicroSD. Il processore in oggetto, stando a quanto annunciato in fase di presentazione, dovrebbe arrivare con un sistema di raffreddamento attivo per la dissipazione del calore da esso generato.

La batteria integrata è, poi, un’unità da 3300 mAh con supporto alla ricarica rapida Qualcomm QuickCharge 3.0, mentre il software è la LG UX 6.0, basata sull’ultima distribuzione del sistema operativo di Google, Android Nougat 7.1. La società ha scelto di puntare sul nuovo standard USB Type-C per la presa di ricarica, un nuovo lettore d’impronte e supporto alla radio FM.

Altro comparto su cui LG G6 punta davvero molto è quello fotografico, composto da un’ottica principale doppia da 13 Megapixel con apertura focale f/1.8 stabilizzata a livello meccanico (OIS) per l’ottica a 71° ed un sensore da 13 Megapixel con f/2.4 per quella grandangolare da 125°. Continua, quindi, la tendenza intrapresa con LG G5 per le due ottiche posteriori, mentre quella frontale è una 8 Megapixel.

LG G6 arriverà sul mercato ad un prezzo non ancora comunicato nel corso dei prossimi mesi nelle colorazioni Astro Black, Mystic White ed Ice Platinum.