Intel, i chip di grafica integrata utilizzati per rilevare malware

Intel, i chip di grafica integrata utilizzati per rilevare malware

Si chiama Intel Threat Detection è sarà a breve reso disponibile sui processori Intel di sesta, settima e ottava generazione.

Stiamo parlando della nuova tecnologia messa a punto da Intel che permette di sfruttare la GPU integrata nei propri microprocessori da parte di software antivirus per rilevare virus e possibili malware presenti sul device in uso.

Grazie a questo sistema secondo il colosso di Santa Clara si otterranno notevoli benefici per quanto riguarda le prestazioni dei dispositivi che potranno beneficiare di tempi di esecuzione delle operazioni di scansione più rapidi. Anche a livello di gestione consumi si avranno risultati migliori.

La tecnologia di Intel prevede infatti che per il rilevamento e la ricerca di potenziali minacce venga utilizzata la GPU integrata nei chip e non la CPU come finora è stato fatto dalle varie suite di protezione in commercio, ovviando in questo modo all’inevitabile calo di prestazioni che ogni scansione comporta.

Windows Defender, l’efficace antivirus integrato in Windows 10, sarà il primo software di protezione a sfruttare il Threat Detection grazie ad un prossimo aggiornamento che Microsoft metterà in distribuzione nelle prossime settimane.

A Defender seguiranno via via i vari software Antivirus di terze parti che progressivamente adotteranno la nuova tecnologia di Intel.