Google Pixel 2 XL, le prime tracce nel codice sorgente Android

Google Pixel 2 XL, le prime tracce nel codice sorgente Android

Google sta realmente lavorando ai nuovi Google Pixel 2, dispositivi che verosimilmente arriveranno intorno al mese di novembre. Ovviamente è una notizia un po’ scontata visto che quando lo sviluppo di un prodotto giunge al termine è naturale che l’azienda inizi a dedicarsi al modello successivo.

Google Pixel 2 XL, le prime tracce nel codice sorgente Android

All’interno del codice AOSP sono iniziati a comparire i primissimi riferimenti al nuovo Google Muskie, ovvero Google Pixel 2 XL, la versione più grande dei prossimi top di gamma. Secondo recenti fonti il dispositivo più piccolo viene identificato all’interno dei laboratori con il nome in codice Walleye. Le notizie non finiscono però qui perché, sempre all’interno delle istruzioni dell’open source AOSP, si fa riferimento anche ad un terzo dispositivo chiamato Taimen.

Probabilmente Google doterà questi nuovi dispositivi di uno schermo più grande e a filo di scocca, proprio come i recenti LG G6 e Samsung Galaxy S8. Google stessa, infatti, all’interno del proprio blog ufficiale, ha iniziato a richiedere agli sviluppatori di aggiornare le proprie app per supportare le nuove risoluzioni a 18.5:9. Di certo non lo ha chiesto per favorire la fruizione del software da parte dei device della “concorrenza”, probabilmente vuole solo far sì che i futuri Google Pixel 2, una volta arrivati sul mercato, possano contare sul maggior numero di applicazioni possibile compatibili con i nuovi display su di essi montati.

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.