Fortnite per iOS è ora disponibile senza inviti

Fortnite per iOS è ora disponibile senza inviti

Novità estremamente importanti (e soprattutto accolte con soddisfazione) per gli utenti Apple. In attesa di capire la tipologia e l’annesso rimando alla misteriosa cometa che alberga ormai da qualche giorno sui cieli del quotatissimo titolo firmato Epic Games, gli sviluppatori hanno in queste ore ufficializzato che Fortnite per iOS è ora disponibile anche senza alcun invito.

Una notizia senz’altro rilevante, anche perché chiunque potrà scaricare gratuitamente la versione per dispositivi mobili di Fortnite – nel caso di specie per smartphone e tablet con a bordo il sistema operativo iOS – facendo espressamente leva sul contenuto pubblicato all’interno dell’App Store di Apple.

Come ormai noto, finora si poteva scaricare e giocare a Fortnite per iOS soltanto se in possesso di un invito da parte della stessa Epic Games. Che sin dal lancio commerciale del gioco ha provveduto a inoltrare alcuni pass propedeutici all’avvio del titolo. La conseguenza di una tale strategia era sotto gli occhi di tutti, dal momento che soltanto in pochi potevano entrare nel gioco.

La situazione va finalmente a stravolgersi proprio in queste ore e adesso Fortnite per iOS sarà disponibile su tutti gli smartphone e tablet supportati ufficialmente da Apple. I requisiti di sistema poggiano infatti sulla necessaria presenza dell’ultimo iOS 11, disponibile nello specifico su iPhone 6S, iPhone 6S Plus, iPhone SE, iPhone 7, iPhone 8, iPhone 8 Plus, iPhone X e iPad Air 2, iPad 9.7 2017, iPad 9.7 2018, iPad Pro 9.7, iPad Pro 10.5, iPad Pro 12.9 e iPad Mini 4.

Fortnite non funziona invece sui seguenti dispositivi: iPhone 5S, iPhone 6, iPhone 6 Plus, iPad Air, iPad Mini 2, iPad Mini 3 e iPod Touch.

Per avviare il gioco sarà necessario esser collegati ad una connessione Internet ed è senz’altro rilevante sottolineare in queste sede, a beneficio di una maggiore completezza, il supporto della funzionalità multipiattaforma disponibile tra PlayStation 4 e iOS (che potrà comunque essere disabilitata in modo manuale).

FONTE: PhoneArena