Disney e YouTube abbandonano PewDiePie per battute antisemite

Disney e YouTube abbandonano PewDiePie per battute antisemite

Problemi per la stella di YouTube Felix Kjellberg, meglio noto con il nick di PewDiePie: la società Maker Studios, sussidiaria del colosso Disney, ha cessato ogni collaborazione con lo youtuber per via di alcune battute antisemite pronunciate dalla webstar in un suo recente video.

Per questo l’azienda ha deciso di scaricare PewDiePie: “Sappiamo che Felix crea video provocanti ed irriverenti ma questa volta si è spinto oltre, i contenuti in questione sono inappropriati”, ha dichiarato un portavoce della società.

Secondo Kotaku, Felix avrebbe “augurato la morte agli ebrei” in almeno otto video condivisi sul suo canale.

In merito alla questione anche il social YouTube ha deciso di reagire, cancellando la seconda stagione di “Scare Pewdiepie”, una web-serie trasmessa in esclusiva su Youtube Red, il network a pagamento di BigG. Inoltre, il colosso di Mountain View ha deciso di rimuovere il suo canale da Google Preferred, il tool che mette in evidenza i canali più importanti di Youtube.

A dimostrazione di quanto espresso poco fa, un portavoce della piattaforma video ha rilasciato il seguente comunicato ufficiale: “Abbiamo deciso di cancellare la seconda stagione di Scare PewDiePie e rimuoveremo il suo canale da Google Preferred”.

Infine, Google si è espressa in merito ai video incriminati: “se i contenuti in questione sono satirici possono restare online, in caso contrario devono essere rimosso. Non possiamo accettare contenuti di partner che abbiano come tema l’odio e la violenza”, ha dichiarato il colosso californiano.

La questione è degenerata fino al punto che un portale di stampo neo nazista ha espresso il “pieno supporto a PewDiePie”, un’affermazione che ha motivato lo YouTuber a fornire un chiarimento ufficiale su Tumblr:

“Alcune persone mi stanno accusando di fornire credibilità al movimento anti-semita, compresi alcuni miei fan. Non voglio citare le fonti, perché non voglio dare loro più attenzione. Tutto questo ha origine da un video che ho fatto un paio di settimane fa. Stavo cercando di mostrare quanto è pazzo il mondo moderno, in particolare alcuni dei servizi disponibili on-line. Ho preso qualcosa che sembrava assurdo per me, ovvero che la gente su Fiverr direbbe qualsiasi cosa per 5 dollari”, ha scritto PewDiePie.

“Penso sia importante sottolineare che non intendo in alcun modo sostenere qualsiasi tipo di incitazione all’odio. Faccio video, faccio intrattenimento e non intendo pubblicare commenti politici. So bene che i miei utenti sono consapevoli del fatto che si tratti di uno scherzo. Non era mia intenzione offendere nessuno ma capisco che queste battute abbiano potuto urtare la sensibilità di alcune persone. Ci tengo a chiarire inoltre che non supporto gruppi che incitano all’odio razziale”, ha concluso lo youtuber scusandosi con tutte le persone coinvolte.