Danimarca, primo paese al mondo con un ambasciatore digitale

Danimarca, primo paese al mondo con un ambasciatore digitale

“Se Google e Facebook sono più ricchi (e potenti) di una nazione come la Grecia o il Portogallo, allora perché non nominare un rappresentante diplomatico ad hoc che si occupi dei rapporti con i colossi del tech?”, è il quesito che si è posto Anders Samuelsen, ministro degli Esteri della Danimarca, che ha difatti proposto la presenza di un ambasciatore digitale.

La nuova figura “lavorerà in stretto contatto con il resto del sistema diplomatico e non sarà solo una figura simbolica”, ha spiegato il neo ministro, in carica dallo scorso novembre: l’ambasciatore avrà il compito di gestire i rapporti con i colossi tecnologici in merito a tematiche di interesse politico, stipulando accordi e gestendo quella che Samuelsen definisce “TechPlomacy“.

“Il fatto è che l’Intelligenza Artificiale, il Machine Learning, l’Internet delle Cose, le auto senza conducente, sono tutte innovazioni sulle quali le grandi aziende stanno lavorando e con le quali bisognerà fare i conti. La tecnologia fa parte del quotidiano dei cittadini danesi. Bisogna smettere di guardare al passato e cominciare a pensare a come potrebbe essere il mondo nel futuro. Il valore di Apple, per esempio, è più alto di quello di tutto l’insieme delle aziende italiane quotate in borsa. Penso che questa nuova carica rappresenterà un immenso successo per la Danimarca e sono convinto che l’idea sarà utilizzata anche in altri paesi”, ha spiegato il ministro al Washington Post.

Il ministro paragona i giganti tech a delle vere e proprie nazioni: l’ambasciatore digitale avrebbe il compito di gestire i rapporti in Danimarca, collaborando con gli altri ambasciatori e negoziando con le aziende attive nel paese anche in merito a questioni come la privacy e la sicurezza informatica.

In Danimarca i colossi americani del calibro di Apple e Facebook stanno già collaborando con il paese, al punto che il governo le ritiene più profittevoli rispetto ai rapporti diplomatici con altri Stati.