2016: oltre un miliardo di ransomware ha colpito in tutto il mondo

2016: oltre un miliardo di ransomware ha colpito in tutto il mondo

Trend Micro mette a disposizione il report annuale delle minacce ransomware che non hanno risparmiato l’Italia, la quale  si distingue anche per il numero di app maligne scaricate. Un 2016 da record, le minacce cyber hanno raggiunto il loro massimo storico i ransomware e le truffe Business Email Compromise (BEC) sono stati gli strumenti più utilizzati per colpire le aziende.

Questo è il riassunto di quanto riportato nel report Trend Micro “2016 Security Roundup: un anno record per le minacce alle aziende”. Il numero di famiglie ransomware in circolazione ha registrato una crescita del 752%, passando da 29 a 247 e il numero di ransomware che si è abbattuto su utenti, aziende e organizzazioni in tutto il mondo è stato di 1.078.091.703 A questo numero di minacce corrisponde una perdita complessiva di circa 1 miliardo di dollari. 

Cosa è successo in Italia nel 2016:

  • Ransomware – l’Italia è stata raggiunta dal 2,40% di ransomware di tutto il mondo. A livello EMEA è la più colpita con un 9,62% e supera di gran lunga nazioni come Spagna (6,74%), Germania (6,47%), Francia  (5,73%) e Regno Unito (3,47%)
  • Malware – Il numero totale di malware intercettati in Italia nel 2016 è di 22.104.954
  • App maligne – Il numero di app maligne scaricate scende leggermente nell’ultimo trimestre, passando da 805.490 di Q3 a 793.046 di Q4, ma il totale dell’anno è 2.646.804, piazzando l’Italia tra i Paesi con il numero maggiore di app maligne scaricate
  • Spam – Le comunicazioni spam inviate dall’Italia nel 2016 sono state 22.550.991
  • Visite a siti maligni – Le visite a siti maligni sono state 21.790.390
  • Online Banking – Nel 2016 sono stati 4.686 i malware di online banking che hanno colpito l’Italia. Nel 2015 erano stati 11.097
  • Malware diretti ai sistemi PoS – Aumentano nuovamente i malware diretti ai sistemi PoS che hanno colpito l’Italia. Nel 2015 erano 25, nel 2016 sono 68

 

Per maggiori informazioi troverete il report completo al seguente link